Home Cronaca Cronaca Genova

Antiterrorismo, 2 albanesi con documenti falsi all’imbarco per Londra

2
CONDIVIDI
Fermati due sospetti terroristi al Colombo: sono due albanesi con documenti falsi

GENOVA. 29 DIC. Due finti turisti greci, in realtà albanesi, oggi sono stati fermati dalla polizia con documenti falsi durante i controlli antiterrorismo all’aeroporto Cristoforo Colombo. I due erano arrivati nella giornata di S. Stefano con il volo proveniente da Tirana usando i loro documenti originali. Stamane volevano imbarcarsi con quelli falsi su un volo diretto a Londra. Erano senza bagagli, a mani vuote, ma in tasca avevano 500 euro ciascuno in contanti.

I due giovani stranieri sono stati arrestati dalla polizia di frontiera, in base alla legge antiterrorismo. E’ stata avviata un’indagine da parte degli investigatori della Digos e della Direzione nazionale antiterrorismo, per comprendere se siano islamici radicalizzati o semplicemente migranti, che volevano entrare clandestinamente nel Regno Unito.

Per la procura genovese ci sono alcuni aspetti da chiarire. La vicenda ricorda quella del 31 dicembre 2015, quando all’aeroporto di Genova vennero fermati due fratelli iraniani, Karim e Shahad El Kunani, sospettati di essere filo jihadisti. Anche loro, passati da Berlino attraverso una strana triangolazione, tentavano di imbarcarsi per Londra con documenti falsi.


I due arrestati, Edvin Rapo di 30 anni ed Erald Hoxia di 26 anni, entrambi nati a Tirana, avrebbero dato risposte evasive ai poliziotti, raccontando di avere passato la notte in città, ma senza spiegare dove e con chi. Gli accertamenti proseguono anche per stabilire se i due avessero un eventuale basista a Genova.

Nonostante la Brexit, nei Paesi del Regno Unito, in ambito Schengen, si accede ancora come in tutti gli stati della Ue.

L’indagine punta anche a verificare l’eventuale sussistenza del fenomeno cosiddetto “dry-run”. In sostanza, gli islamisti inviano nei Paesi Occidentali degli affiliati con documenti falsi, per testare il grado di sicurezza e controlli nei vari aeroporti europei. Genova e la Liguria, già in passato, sono stati importanti crocevia di terroristi e di affiliati alla Jihad islamica.

 

 

2 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here