Anti Putin, pm Landolfi e destra genovese ospiti a Tursi per l’Ucraina

1
CONDIVIDI
Uomini appartenenti al famigerato Battaglione Azov in Ucraina
Uomini appartenenti al famigerato Battaglione Azov in Ucraina
Uomini appartenenti al famigerato Battaglione Azov in Ucraina

GENOVA. 30 MAG. Mercoledì prossimo, dalle 16 alle 18, nella sala di rappresentanza di Palazzo Tursi a Genova si terrà il convegno “Genova, Ucraina, Europa: insieme per un futuro di sviluppo e di pace”.

La conferenza è organizzata dal “Millennium Club Medici di Genova” di Antonio Costanzo, in collaborazione con la “Associazione Internazionale H&D” presieduta da Enrico Gervasoni, la “Associazione Alma Mundi” di Gerry Danesi, il “Circolo
culturale Torre di Caffa” di Gianni Plinio e il vicepresidente del consiglio comunale di Genova Stefano Balleari.

L’evento è stato altresì organizzato con il patrocinio del Consolato generale Usa di Milano e vedrà la presenza, fra gli altri, dell’ambasciatore ucraino in Italia Yevgen Perelygin, del deputato di Kiev Bogdan Matkivskyi e del governatore della regione di Lviv Oleg Synyutka, dove nel 1991 fu fondato il gruppo politico nazionalista di estrema destra Pnsu (ispirato al Nsdap di Adolf Hitler). Il leader del Pnsu oggi è pure comandante del famigerato Battaglione Azov.

 

Inoltre, sono in programma gli interventi del pm genovese Alberto Landolfi, del procuratore capo della città di Lviv Petro Kablak, del capogruppo regionale FdI Matteo Rosso e dello scrittore Mario Bozzi Sentieri. Modera il caporedattore del Giornale della Liguria Massimiliano Lussana.

“L’evento – dicono gli organizzatori – sarà un momento di riflessione sui recenti sviluppi politici, economici e sociali dell’Ucraina: un paese strettamente legato all’Italia, per storia, cultura e tradizioni”.

 

1 COMMENTO

  1. Non riusciamo a capire come alcuni partiti politici tradizionalmente di Destra possano dar il via libera al disegno ucraino di adesione alla Ue tramite una lotta armata con formazioni ultranazionalistiche sconvolgendo credenze e posizioni scontate e consolidate: approccio filo-occidentale sui fatti di Kiev

LASCIA UN COMMENTO