Animali sfruttati nei circhi equestri, la Regione dice no

1
CONDIVIDI
Un atto di crudeltà ai danni di un elefantino da ammaestrare: M5S riesce a far passare in Regione la mozione per dire no agli animali nei circhi equestri
Un atto di crudeltà ai danni di un elefantino da ammaestrare: M5S riesce a far passare in Regione la mozione per dire no agli animali nei circhi equestri
Un atto di crudeltà ai danni di un elefantino da ammaestrare: M5S riesce a far passare in Regione la mozione per dire no agli animali nei circhi equestri

GENOVA. 26 FEB. La Regione Liguria ha detto no allo sfruttamento degli animali nei circhi equestri. Ieri, in tarda serata, il gruppo M5S è riuscito a fare approvare al consiglio regionale la mozione per dire no allo sfruttamento degli animali negli spettacoli circensi.

“Per un soffio, ma ce l’abbiamo fatta – ha esultato il consigliere regionale M5S Marco De Ferrari – alcuni No ce li aspettavamo. Altri ci hanno sorpreso, come quello di Matteo Rosso, che non più tardi di un mese fa si esibiva in una lunga tirata a favore del cimitero degli animali. Evidentemente per il consigliere di Fratelli d’Italia gli animali vanno (giustamente) rispettati da morti, mentre da vivi perdono ogni diritto, in una visione esclusivamente antropocentrica. Oppure, più semplicemente, è una questione di animali domestici o addomesticati? Di animali di serie a e “bestie” di serie b?

E che dire del Partito Democratico. Democratico solo quando c’è da distribuire poltrone, mentre su una questione civile come questa ha disertato in massa il voto: solo 2 Si su 8 consiglieri (a cui si aggiunge l’astensione di Garibaldi).

 

Spiace, invece, guastare i ricordi di infanzia del consigliere Muzio, lui che con gli elefanti al circo c’è cresciuto, come ha ricordato nel suo “appassionato” intervento in aula. Ci permettiamo di ricordare al consigliere segretario che le “tradizioni del territorio” – come lui ha definito il circo – vanno promosse e salvaguardate, purché non contemplino lo sfruttamento di nulla e nessuno, che siano persone, animali, territorio. Basta prigionia! Basta sofferenza! Basta animali al circo!”.

 

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO