Andora, Azzurro pesce d’autore fino al 25 aprile

0
CONDIVIDI
Azzurro pesce dautore ad Andora
Azzurro pesce dautore ad Andora
Azzurro pesce dautore ad Andora

SAVONA. 24 APR. “Più olio extravergine d’oliva ligure, meno olio di palma nei nostri piatti”. Con queste parole Mauro Demichelis, Sindaco di  Andora, ha esordito all’apertura di “Azzurro pesce d’autore”, la manifestazione che fino al 25 aprile, nel porto turistico andorese, promuove i sapori del pescato locale e i prodotti tradizionali dell’agricoltura di Andora e dell’entroterra  ligure.

Quest’anno l’evento di apertura, realizzato con i comuni dell’Unione Valmerula e Montarosio e l’ Associazione nazionale Città dell’olio è stato dedicato alla salvaguardia del prodotto principe del ponente.

L’olio extravergine d’oliva è stato l’ingrediente unificatore di una tavolata di piatti di antica tradizione riproposti al pubblico per l’occasione da Andora, Testico, Stellanello, Cesio e Chiusanico.

 

“Più che con un convegno abbiamo pensato che la qualità va presentata, fatta assaggiare affinché il turista ricerchi prodotti e le  ricette nei territori di appartenenza, nelle antiche feste o nei ristoranti dei Comuni dell’unione Valmerula e Montarosio – ha spiegato il sindaco Demichelis – in questo modo che anche un appello importante come quello alla tutela dell’identità territoriale  del nostro olio extravergine d’oliva Dop e degli olii di produzione locale può suscitare effetti concreti. Perché  il consumatore che riconosce la qualità, che sa quali sono i territori di produzione,  può  scegliere meglio. Venite ad Azzurro degustare gli olii, parlate con i produttori, con i pescatori  e scoprirete i veri sapori della tradizione ligure”.

Enrico Lupi, Presidente nazionale dell’ Associazione Città dell’olio, ha sottolineato l’importanza di creare itinerari turistici legati proprio ai prodotti del territorio e all’olio d’oliva: “C’è un turismo green che possiamo accogliere creando percorsi, anche sui nostri bellissimi sentieri che dalla costa salgono nell’entroterra, e che uniscono la tradizione marinara a quella contadina”.

Per l’apertura di Azzurro il comune di Chiusanico ha proposto l’antico sugo di frutta secca, Cesio ha ricordato il piatto tradizionale del Giovedi santo, la Pro Loco di Stellanello la tradizionale trippa, Testico il cavolo ripieno agli aromi , mentre il fritto misto dei pescatori,  il pesce fresco sfilettato e una rivisitazione della stroscia hanno rappresentato i sapori di Andora.
Azzurro pesce d’autore, fino al 25 aprile, dalle 10 alle 20, propone laboratori, show cooking, degustazioni,  mostra mercato e street  food. L’ingresso è libero.

Il programma completo su www.azzurroandora.it

LASCIA UN COMMENTO