Amichevole: Genoa-Rezispor 1-0, decide Rosi al ’91

0
CONDIVIDI
Juric
Juric durante l'allenamento
Juric durante l’allenamento

GENOVA 24 LUG.  Il Genoa vince anche la terza uscita stagionale dopo le prime due. Dal match più impegnativo sinora si materializzano indicazioni positive e altre meno per mister Juric, al cospetto di un avversario tosto come il Rezispor della massima divisione turca. Manovra fluida per alcuni tratti, recupero di palla non così veloce come nelle occasioni precedenti, ripartenze che riescono a intermittenza. Le idee di gioco però sono chiare per capitan Burdisso e compagni, per la prima volta con la divisa bianca da trasferta. Le gambe un po’ vanno, un po’ no. Come gli automatismi sul terreno. Il Genoa parte forte impegnando Akkan con una gran girata di Gakpè al 2’. Tiene il pallino e conquista metri e angoli, mettendo pressione agli avversari e producendo mischie. Poi si salva sulla traversa colpita da Ozek al 19’, che certifica la crescita del Rezispor, con la decisiva deviazione di Lamanna. Qualche sbavatura difensiva da limare e prima frazione inchiodata sullo 0-0 che fotografa l’andamento.

 

La seconda frazione ricalca la prima per il Grifo che procede con gli esperimenti, si presenta con tre innesti prima delle altre mosse e sfoggia nel finale carattere. Pandev in attacco dà sostegno a Pavoletti partendo da una posizione decentrata. I ritmi si mantengono alti in avvio, al netto delle interruzioni dell’arbitro Ingursen. Il bomber del Grifo scalda le mani del portiere al 13’. La risposta dei turchi è nella batttuta a rete di Ayzuk, ma Lamanna smina l’insidia bloccando a terra. Lo spettacolo non decolla: più lampi che continuità. Normale in questa fase. Ci vuole un guizzo per sbloccarla ed è Renzetti a sganciare il mancino al 27’, trovando l’opposizione di un avversario prima dell’intervento dell’estremo. Dai e vai. Prova e riprova. Si va verso la fine con Pandev che sfiora l’aggancio risolutivo su assist di Rosi e poi fionda un sinistro pericoloso. Poi ruoli invertiti. Pandev suggerisce e Rosi scarica in porta trovando i guanti non la rete. Le prove del gol che arriva all’ultimo minuto su questo asse. E’ Rosi a incrociare il diagonale vincente su appoggio del macedone.

 

 

LASCIA UN COMMENTO