Amichevole: Bastia-Genoa 1-2, ancora in rete i gemelli Pavoletti-Ocampos

0
CONDIVIDI
Juric
Juric durante l'allenamento
Juric durante l’allenamento

GENOVA 7 AGO.  Il Genoa conquista a Bastia il sesto successo in altrettante uscite per mister Juric. L’ex ‘Pirata’ traccia la rotta e traghetta alla ciurma, una remata dopo l’altra, un mare di consapevolezze per pesare pregi e difetti. Un aspetto fondamentale per migliorarsi. Grifoni ovunque sugli spalti con la cinquantina dietro lo striscione. Come in campo dove Burdisso e compagni coprono senza particolari sbavature gli spazi, mostrando di avere uncini affilati in attacco, per infilzare avversari rapidi solo dalla cintola in su.

Ci vogliono 14 minuti per cambiare il risultato sul tabellone luminoso dello stadio Cesari di Bastia. Ed è un gran gol come altri serviti in pre-campionato. Pandev fa vedere la sua classe con un gioco di prestigio che libera Laxalt al cross. Puntuale come la bolletta della luce Pavoletti incorna in area alle spalle di Leca e accende i riflettori sulla prova del collettivo. Prima della mezzora il raddoppio è cosa fatta con una triangolazione di prima tra Ocampos e il bomber di Livorno. La chiusura in porta con il destro da posizione centrale è suggestivo come il tramonto che si vede dalla tribuna. Un quadretto romantico come la nuova alba di Pandev. Il macedone imbeccato da un cioccolatino di Veloso sfiora il tris con un blitz di testa, la conclusione sorvola però la traversa. Sull’altro fronte Bifouma libera il tiro senza inquadrare la porta.

LASCIA UN COMMENTO