Home Politica Politica Italia

AMBIENTE. SENATORE CALEO (PD): “DA MINISTRO ORLANDO IMPORTANTE IMPEGNO PER DIFESA DEL SUOLO”

1
CONDIVIDI
ministro orlando

orlandoandrealnROMA 1 OTT. “Il Ministro dell’Ambiente Andrea Orlando (in foto), intervenendo oggi nella Commissione Ambiente del Senato, si è impegnato a dare priorità, nell’ambito della legge di stabilità e dei suoi collegati, agli interventi per la difesa del suolo e alle bonifiche nella “Terra dei Fuochi”, l’area della Campania contaminata dai rifiuti tossici e pericolosi. Nel complesso, dovrebbero essere stanziati 900 milioni di Euro per la tutela del territorio, di cui 500 milioni per la difesa del suolo.

Si tratta di un fatto molto positivo, specie nelle attuali condizioni di crisi, che va pienamente incontro alle richieste del Partito Democratico e di Palazzo Madama. Il 4 settembre scorso, infatti, il Senato ha approvato a larga maggioranza un ordine del giorno, di cui il Pd è stato promotore, che impegnava il Governo ad investire sulla manutenzione del territorio e dei corsi d’acqua passando, nella lotta al dissesto idrogeologico e nella difesa del suolo, dalla logica dell’intervento di emergenza a quella della prevenzione. Come Capigruppo in Commissione Ambiente avevamo anche scritto ad Orlando, che oggi ci ha risposto positivamente”.caleomassimoln

Lo dice il Senatore Massimo Caleo (in foto), Capogruppo del Pd nella Commissione Ambiente. “L’attuazione di un piano di riduzione e gestione del rischio idrogeologico – continua Caleo – è una politica di “green economy” in grado di generare tutela del territorio, posti di lavoro, risparmi, prevenendo alluvioni e frane che causano spesso molte vittime. Investire sul territorio e sulla sua salvaguardia è per l’Italia anche una scelta economica importante.


In questa direzione va anche il disegno di legge contro il consumo del suolo che speriamo possa essere presto esaminato dal Parlamento. Continueremo a lavorare in Parlamento perché si arrivi ad un risultato concreto e anche per questo manteniamo contatti con gli enti locali, le associazioni ambientaliste e di categoria, i sindacati”.

Marcello Di Meglio

1 COMMENTO

  1. Belandi chissà se per difesa del suolo si intenda anche difesa delle spiagge italiane da anni invase dal cemento senza parlare poi dei detriti scarti di varie acciaierie riversate in mare o argini di torrenti!
    Morando

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here