Home Cronaca

Altro che sorrisi: 5 euro o ti danneggio l’auto. GdF arresta senegalese al Porto Antico

47
CONDIVIDI
Parcheggiatori abusivi nel Porto Antico a Genova (foto di repertorio)

GENOVA. 20 MAR. “Dammi 5 euro o ti danneggio l’auto”. Secondo la vittima, minacce in piena regola. Altro che sorrisi. E’ il solito tran tran delle mini estorsioni che spesso vengono messe in atto dai parcheggiatori abusivi al Porto Antico. Vittime i turisti che si recano a visitare l’Acquario o i genovesi che fanno una passeggiata all’Expo.

L’anno scorso le forze dell’ordine avevano compiuto un’operazione anti-abusivi e ne avevano denunciati una trentina. Sperando di avere un po’ di giustizia, molti cittadini avevano esultato e il numero degli episodi nella zona dell’Expo erano diminuiti. Tuttavia, la procura di Genova aveva preferito chiedere l’archiviazione per tutti gli stranieri e la situazione d’illegalità, dopo poco tempo, era tornata come quella di prima, se non peggio.

In sostanza, il “pm dei sorrisi” Federico Manotti aveva spiegato che il “modus operandi” degli immigrati non sarebbe stato minaccioso perché pretendevano il denaro, per l’appunto, sfoderando dei sorrisi. A seguito di tale discutibile interpretazione dei fatti, la procura genovese aveva sancito che non ci può essere un’estorsione se colui che sta compiendo il ricatto sorride alla vittima.

Se l’anno scorso gli abusivi erano stati solo denunciati, ieri la Guardia di Finanza è riuscita ad acchiapparne uno in flagranza di reato e, per la prima volta, lo ha arrestato. Si tratta di un 25enne senegalese, accusato di tentata estorsione ai danni di un automobilista torinese. La vittima, dopo aver posteggiato l’automobile in uno degli spazi a pagamento del Porto Antico, ha visto avvicinarsi l’immigrato che ha preteso altri 5 euro con la minaccia di danneggiamenti al veicolo se non avesse pagato il mini pizzo. Immediata la chiamata alla pattuglia della Guardia di Finanza sul posto e quindi l’arresto.

La procura di Genova non ha assegnato il caso al “pm dei sorrisi” Federico Manotti, ma al collega Luca Scorza Azzarà, che avrà il difficilissimo compito investigativo di accertare se l’arrestato ha preteso il mini pizzo con modi educati, gentili e sfoderando un bel sorriso. In caso contrario, staremo a vedere se l’Autorità giudiziaria chiederà il rinvio a giudizio oppure se riuscirà a far uscire dal cilindro un’altra motivazione per chiedere l’archiviazione a favore dell’immigrato. Fabrizio Graffione

 

47 COMMENTI

  1. “il “pm dei sorrisi” Federico Manotti aveva spiegato che il “modus operandi” degli immigrati non sarebbe stato minaccioso perché pretendevano il denaro, per l’appunto, sfoderando dei sorrisi.” quindi se faccio una rapina in banca ma sorrido sono non perseguibile?

  2. In galera e buttare la chiave. Ma non nelle nostre galere…altrimenti ci costa pure mantenerli…ma nelle loro galere dopo un immediato rimpatrio senza diritto di replica. Nei loro paesi a noi ci farebbero fuori in un secondo …altro che giudici ecc..

  3. questa è una situazione che sta diventando ingovernabile, non c’è da meravigliarsi che prima o poi succede un bel casino, cosi si andrà a cercare i veri responsabili di questa mostruosa situazione.

  4. Ecco spiegato perchè da noi non fanno attentati, siamo la porta per l’europa e il miglior posto dove stare senza pagare conseguenze, qualsiasi comportamento illegale si pratichi…. Se fossi un delinquente mi fionderei in Italia é il paradiso….

  5. Matteo, se vieni a Genova all’acquario x favore fai il giro dei posteggiatori abusivi e dai loro 10,00€ a testa così nn ti rigano la macchina oltre ad aver pagato il posteggio ovviamente. E siccome sorridono possono pretendere anche di più no? Scusa, non è la prima volta he leggo commenti stupidi e gratuiti, e da uno che anche se spero involontariamente ha contribuito a rovinarmi la vita lavorativa, non accetto sarcasmo.
    E se pensi che sia razzista ricordati che ho due figli di colore

  6. Non occorre venire a Genova basta andare davanti all’ospedale alla fiera allo stadio ai semafori dappertutto ci sono e ci sono sempre stati. Hai presente i film di Totò? Il mio pensiero non era rivolto a te, ne approfitto per salutarti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here