Home Da Sistemare

ALTERNATIVA MONARCHICA DENUNCIA UNA TRUFFA ELETTORALE

0
CONDIVIDI

La scelta della data del 13 aprile per il voto in alternativa a quella del 6 di aprile può apparire casuale ma non lo è affatto: votando il 6 aprile, infatti, i parlamentari alla prima legislatura non rieletti non avrebbero maturato la pensione, votando invece come stabilito dal Consiglio dei Ministri il 13 aprile, ovvero una settimana dopo, acquisiranno il Diritto alla pensione.

E poi parlano di voler fare l’election day per ridurre i costi della politica. Ben altri saranno i costi di queste pensioni, non solo in meri termini quantitativi, ma anche per il messaggio dato al Paese, perché questo è il tipico esempio di come fatta la legge viene subito trovato l’inganno.

 Morale della favola 300.000.000 di costi per questa gentaccia che dopo pochissimi mesi senza far nulla già hanno una pensione di platino alla faccia dei pensionati che dopo una vita di lavoro adesso per mangiare raccattano la verdura rimasta a terra nei mercati. Fate girare queste informazioni, tutti devono sapere.


I TG corrotti e prezzolati non lo dicono, i giornali nemmeno, solo internet permette di conoscere questa schifezza!Il costo per il rimborso ai partiti per la campagna elettorale ammonterà a: 425 milioni di euro
 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here