Alta via dei Monti Liguri riparte, finalmente riflettori sui sentieri

0
CONDIVIDI
Foto di gruppo dopo la firma a De Ferrari tra Regione e Cai per la gestione dell'Alta Via
Foto di gruppo dopo la firma a De Ferrari tra Regione e Cai per la gestione dell'Alta Via
Outdoor: foto di gruppo dopo la firma, a De Ferrari, tra Regione e Cai per la gestione della rete escursionistica ligure

GENOVA. 7 APR. Il vento è cambiato e L’Alta Via dei Monti Liguri riparte alla grande.

“Il brand dell’Alta Via riparte e finalmente riusciremo a far conoscere agli escursionisti i nostri splendidi sentieri. Certo, sono escursionista e appassionato di montagna, ma la Liguria deve fare sistema anche in questo settore. Sull’Alta Via dobbiamo lavorare uniti per rilanciare il territorio, attraverso queste iniziative che rientrano nello sviluppo sostenibile della Liguria. La scommessa della Regione è di diventare un’eccellenza anche nel settore dell’escursionismo”.

L’istruttore del Cai e assessore regionale allo Sviluppo economico Edoardo Rixi, insieme all’ex campioncino di pesca alla trota e assessore regionale al Tempo Libero e all’Entroterra Stefano Mai, oggi a De Ferrari ha presentato la convenzione con il Club Alpino Italiano per la gestione della rete escursionistica ligure.

 

Si tratta di 5mila chilometri di percorsi fruibili, che rappresentano una risorsa strategica non solo per il turismo, ma anche per lo sviluppo dell’entroterra, delle micro e piccole imprese nei settori agro-silvo-pastorale e agrituristico.

Nella convenzione è prevista la possibilità per il Cai di coinvolgere altre realtà locali (associazioni sportive, del tempo libero e di tutela ambientale) anche ai fini della manutenzione dei sentieri.

“Ci stiamo impegnando al massimo per promuovere tutta la rete escursionistica – ha spiegato il presidente del Cai Gianni Carravieri – il sito web dell’Alta Via a poche ore dalla firma della convenzione con Rixi e Mai, stamane è stato oscurato perché il contratto con il gestore del server era terminato. Tuttavia, lo abbiamo riaperto, anche per consentire alle webcam dei parchi di funzionare. Non ci saranno più interruzioni del servizio, salvo imprevisti sinistri”.

 

LASCIA UN COMMENTO