Home Economia Economia Genova

ALLUVIONE. COLDIRETTI CHIEDE LO STATO DI EMERGENZA

0
CONDIVIDI
campo allagato

campo allagatoGENOVA. 13 OTT. Anche le coltivazioni e le infrastrutture agricole del Comune di Genova e di quelli limitrofi hanno subito gravi danni a causa del maltempo.

Per questo Coldiretti Genova, rivolgendosi al presidente della Regione Liguria Claudio Burlando, all’assessore regionale all’Agricoltura Giovanni Barbagallo, all’assessore regionale alle Infrastrutture Raffaella Paita, e al sindaco Marco Doria e al prefetto di Genova Fiamma Spena, chiede l’attivazione dello stato di emergenza.

«Siamo di fronte a una situazione – spiega Domenico Pautasso, direttore di Coldiretti Genova – in cui è paradossalmente “più semplice” intervenire dopo i disastri, piuttosto che attuare le necessarie misure preventive: stranamente le risorse finanziare sono subito disponibili per le somme urgenze, ma per gli interventi di prevenzione e messa in sicurezza è necessario superare mille ostacoli e lungaggini burocratiche. A tre anni dall’ultima alluvione, dopo un continuo rimpallo di responsabilità tra autorità competenti e la mancanza di inequivocabile chiarezza di ruoli e competenze, di certo non di aiuto alla nostra città, Genova e molti Comuni della Liguria si trovano di nuovo di fronte a un dramma pesantissimo. Un dramma che colpisce i singoli cittadini, il commercio, il manifatturiero, ma anche l’agricoltura, provocando inevitabili danni a settori economici già falcidiati dalla crisi e strozzati dalle tasse. In questi tre anni non sono state attuate sufficienti misure di prevenzione e di messa in sicurezza dei torrenti e delle aree allagabili, ma non solo: i danni che oggi Genova e la Liguria subiscono sono anche frutto di una serie di interventi strutturali poco sensati sul territorio. Interventi che si sono susseguiti nel corso degli anni e che hanno contribuito a rendere sempre più fragili le nostre terre».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here