Alluvione 2011, il pm: condannate l’ex sindaca Vincenzi a 6 anni

6
CONDIVIDI
L'ex sindaco di Genova Marta Vincenzi
L'ex sindaco di Genova Marta Vincenzi
L’ex sindaca di Genova Marta Vincenzi

GENOVA. 28 GIU. Nella strage del Fereggiano persero la vita quattro donne e due bambini. Una terribile tragedia e un ricordo indelebile per tutta la città, rimasta sotto choc. Ora, a quasi cinque anni di distanza, la procura genovese ha chiesto 6 anni e un mese di reclusione per l’ex sindaca di Genova Marta Vincenzi e la sentenza del giudice appare sempre più vicina.

Il pm Luca Scorza Azzarà ha formulato la richiesta di condanna oggi in aula durante l’ultima udienza del processo sui fatti dell’alluvione del 4 novembre 2011.

Oltre a Vincenzi, sono imputati l’ex assessore comunale Francesco Scidone, per il quale il pm ha chiesto 5 anni e 11 mesi di reclusione e i tre dirigenti comunali Gianfranco Delponte (4 anni e 7 mesi) Pierpaolo Cha (4 anni e 7 mesi) Sandro Gambelli (4 anni e 1 mese).

 

Le accuse nei confronti degli imputati sono di omicidio colposo plurimo, disastro colposo, falso per il presunto verbale taroccato con il falso orario dell’esondazione e il monitoraggio dato per avvenuto, quando invece il volontario si sarebbe trovato in un altro luogo.

Nel processo sull’alluvione 2011, risulta imputato anche l’ex coordinatore dei volontari di protezione civile Roberto Gabutti, che è accusato solo di falso e per il quale il pm ha chiesto 1 anno e 5 mesi di reclusione. Fabrizio Graffione

 

6 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO