Allerte e polemiche, Costa (Ncd) difende i “maghi” di Arpal

0
CONDIVIDI
Giovanni Toti con l'ex ministro Lupi e il consigliere regionale Costa (Ncd)

GENOVA. 17 SET. Il presidente della Commissione Territorio Ambiente, Andrea Costa (Gruppo Misto-Ncd Area Popolare) ieri ha replicato alle polemiche sollevate da alcuni sindaci Pd della Val di Magra contro l’allerta meteo lanciata nei giorni scorsi da Regione Liguria ed Arpal, a loro dire del tutto inutile e lanciata solo per “scaricare” responsabilità.

«Ho rivestito per 11 anni il ruolo di primo cittadino e mi meraviglio che oggi a sollevare la questione delle troppe allerta siano proprio dei sindaci – ha detto Costa – La pubblica incolumità viene prima di tutto e nessuno può permettersi di strumentalizzare questo argomento. Alcuni giorni di scuola perduta  o altri disagi provocati dall’allerta in realtà non sono nulla, di fronte alla sicurezza dei cittadini. In Liguria, purtroppo, le mancate allerta son state pagate duramente, con vite umane e questo non deve ripetersi. I sindaci dovrebbero avere rispetto dei ruoli e del lavoro che svolgono gli esperti ed i tecnici di Arpal che elaborano le previsioni e cercano di fare al meglio questo lavoro assumendosi grandi responsabilità.  Le previsioni non sempre possono essere del tutto esatte, proprio per questo si chiamano  previsioni».

 

LASCIA UN COMMENTO