Allerta meteo passa da rossa a gialla ed arancione: domani piogge

0
CONDIVIDI
La cartina aggiornata dell'allerta meteo in Liguria fornita da Arpal

GENOVA. 14 OTT. Fronte passato, ma ancora attenzione sul levante. La Protezione Civile Regionale, sulla base delle valutazioni effettuate dal Centro Meteo Arpal, poco fa ha definito le seguenti allerte:

ALLERTA ARANCIONE PER TEMPORALI E PIOGGE DIFFUSE SUI BACINI PICCOLI E MEDI DI C FINO ALLE 23.59 DI OGGI

ALLERTA GIALLA PER TEMPORALI E PIOGGE DIFFUSE SUI BACINI GRANDI DI C FINO ALLE 23.59 DI OGGI

 

ALLERTA GIALLA PER TEMPORALI SU TUTTI I BACINI DI B, E, FINO ALLE 23.59 DI OGGI

ALLERTA GIALLA PER TEMPORALI SUI BACINI PICCOLI E MEDI DI A E D FINO ALLE 21.00 DI OGGI

L’allerta arancione per temporali forti, organizzati e persistenti è il massimo grado di allertamento per questo tipo di fenomeni, che possono essere molto intensi e produrre gravi effetti al suolo.

L’allerta rossa per piogge diffuse segnala gravi effetti al suolo numerosi ed estesi sulle zone di allertamento.

Sul sito www.allertaliguria.gov.it sono riportate le misure consigliate dalla Protezione Civile Nazionale, da adottare prima e durante gli eventi.

LA SITUAZIONE:

I venti sono stati i principali protagonisti di questa perturbazione.

Da un lato la Tramontana, che ha soffiato sul centro-ponente, con raffiche già ieri sera fino a 110 km/h a Marina di Loano e di 102 km/h al Porto Antico di Genova. Di fatto, insieme all’azione del Grecale (144 km/h alle 13.30 a Framura) ha tenuto lo Scirocco (carico di umidità) ai bordi del bacino del Mar Ligure, proteggendo il nostro territorio dalle precipitazioni più intense e impendendo la formazione sulla terraferma di linee di convergenza. Tale convergenza, infatti, si è manifestata prevalentemente nella mattinata sul mare, fra le 9 e le 12, in corrispondenza del Monte di Portofino, ma proprio la forte azione dei venti non ha permesso la formazione di strutture organizzate e, di conseguenza, più pericolose.

Nonostante ciò, si sono misurati ben 48 mm/1h a Cabanne, nel comune di Rezzoaglio, fra le 10.20 e le 11.20.

Il passaggio del fronte perturbato è avvenuto in maniera molto intensa, accompagnato da rovesci fra moderato e forte e raffiche di vento dovute ai temporali più intensi (i cosiddetti “downburst”) che hanno causato i danni maggiori, con velocità misurate a Fontanafresca, sopra Sori (GE), di 166 km/h e a Bargagli (153 km/h).

Il fronte non ha incontrato ostacoli nel suo spostamento verso est, rovesciando sul territorio ligure nubifragi con intensità molto forti su finestre temporali brevissime: in 5 minuti 11,6 mm a Genova Gavette, 9,2 mm a Bestagno (IM), 9 mm a Padivarma (SP).

Le cumulate complessive dell’evento sono state elevate: 87 mm a Cabanne (GE), 74 mm a Campo Ligure (GE), 70 mm a Giacopiane (GE), 51 mm a Isoverde (GE) e 47 mm a Verdeggia (IM). L’arrivo del fronte perturbato sulla Liguria ha iniziato a generare precipitazioni intense. Il fronte transiterà, nelle prossime ore da Ovest a Est interessando tutto l’arco regionale. Le piogge che si sono registrate nelle ultime sei ore hanno raggiunto quantitativi elevati.

La Sala Operativa Regionale continua ad essere aperta per tutta la durata dell’allerta.

Di seguito il quadro previsionale con il dettaglio per le prossime ore e per i prossimi giorni:

OGGI: Su C precipitazioni localmente molto forti con cumulate elevate, alta probabilità di fenomeni temporaleschi forti, persistenti ed organizzati. Sul resto della regione permane alta la probabilità di locali rovesci o temporali forti. Venti forti dai quadranti settentrionali con locali raffiche fino a 60/70 km/h sui crinali e allo sbocco delle valli; in attenuazione. Mare agitato o molto agitato al largo, agitato sotto costa tra C e B, in calo.

DOMANI: Locali precipitazioni associate a residue condizioni di instabilità che determineranno nel corso della giornata una bassa probabilità di temporali forti. Possibili allagamenti localizzati ad opera dei sistemi di smaltimento delle acque meteoriche o di piccoli canali/rii. Possibili danni puntuali per isolate raffiche di vento o trombe d’aria, grandine e fulmini, piccoli smottamenti. La protezione civile ricorda di osservare le opportune norme di autoprotezione.

DOMENICA: nulla da segnalare.

Durante l’allerta sarà pubblicato il monitoraggio sul sito www.allertaliguria.gov.it, inviato anche tramite twitter (segui @ARPAL_rischiome).

Sulla pagina www.facebook.com\ArpaLiguria post con immagini, grafici e dati.

 

LASCIA UN COMMENTO