Allarme ladre rom su Fb: costretti a difenderci solo così

0
CONDIVIDI
I carabinieri di La Spezia sgominando banda di sinti che truffavano anziani
Un carabiniere arresta una nomade, ma ormai ci si affida più al passaparola sul web che alle forze dell'ordine
Un carabiniere arresta una nomade, ma ormai la gente si affida più al passaparola sul web che alle segnalazioni alle forze dell’ordine perché spesso i cattivi vengono poi lasciati liberi

GENOVA. 9 FEB. Dopo gli ubriachi al volante, furti, scippi e aggressioni, arrivano le ladruncole rom. Ormai la sicurezza si fa spargendo la voce fra gli abitanti del quartiere con il tam tam sui social network. A Certosa, il gruppo di residenti che erano stati protagonisti anche della fiaccolata in ricordo di Giuseppe Buttaro, ucciso domenica 24 gennaio dall’ecuadoriano ubriaco e drogato, ha fondato un gruppo su Facebook e oggi ha lanciato l’allarme per una situazione di pericolo davanti alle scuole dei bimbi di piazza Pallavicini.

Il post di uno dei leader del comitato: “Prestare molta attenzione in zona, c’è stato segnalato da una signora che stamane in piazza Pallavicini e stata avvicinata da una ROM con mazzo di fiori in una mano , e un sacchetto con parecchio oro nell’altra, con molta invadenza e insistenza cercava di disorientare la vittima… ..Sicuramente con l’intento di un secondo fine… Occhio!!!”.

 

LASCIA UN COMMENTO