Home Cultura Cultura Savona

Alla Restagno ed a Costa il Premio De Sanctis per la cultura

0
CONDIVIDI
La Restagno insieme a Costa

SAVONA. 25 MARZ. Un importante riconoscimento verrà consegnato martedì a due personaggi che hanno tenuto alto, negli ultimi decenni, il nome di Albenga in campo culturale. Si tratta della studiosa e dottoressa Josepha Restagno Costa e dell’avvocato Cosimo Costa, presidente dell’Istituto Internazionale di studi Liguri. A loro verrà infatti conferito il prestigioso Premio Nazionale “Francesco de Sanctis-Una vita per la cultura”. La cerimonia di consegna, che verrà fatta da Pier Franco Quaglieni, presidente della Giuria del Premio, si terrà nell’Aula del Consiglio Comunale di Albenga, in piazza San Michele martedì, alle ore 18. Ci saranno oltre al sindaco Giorgio Cangiano, le più importanti autorità civili, religiose e militari del comprensorio, per rendere omaggio a questi due benemeriti cittadini albenganesi.
L’evento è promosso da Centro Pannunzio Nazionale, DLF di Albenga , Federazione Italiana Volontari della Libertà, Associazione Partigiani Autonomi della Liguria, in collaborazione con il Comune di Albenga. Il Premio in passato è stato conferito, tra gli altri, a Giorgio Bassani, scrittore, Romano Cammarata, direttore generale del MIUR, Raimondo Nuraghi storico, Giorgio Cavallo, Rettore dell’Università di Torino, Alda Croce, presidente della Fondazione Benedetto Croce, Enrico Paulucci, pittore, Rosario Romeo, storico e docente all’Università di Roma, Fruttero e Lucentini, scrittori.

“Si tratta- dichiara il presidente Quaglieni- di un riconoscimento a due grandi intellettuali liguri ed albenganesi che sono l’anima nobile e alta dell’istituto di studi liguri, espressione, a sua volta, della storia più importante di Albenga,città romana e medievale ,come diceva Nino Lamboglia, di cui i Costa sono gli unici, straordinari continuatori ed eredi morali e intellettuali”.

Cosimo Costa è nato a Genova nel 1928, figlio dell’avvocato Luigi, di antica famiglia di Albenga e di Elisa Biancheri, famiglia di Bordighera stabilita a Genova all’ inizio dell’Ottocento. Ha frequentato il Ginnasio di Albenga presso il Collegio Oddo, poi il Liceo Classico presso i Salesiani di Alassio. Si è si laureato in Giurisprudenza a Genova ed ha esercitato la professione per molti anni, ricevendo dal Consiglio dell’Ordine la Medaglia d’oro per gli oltre cinquant’ anni di professione. E’ stato consigliere comunale ad Albenga dal 1956 al 1975, Presidente del Consorzio di Arginamento del fiume Centa dal 1958 alla soppressione dell’Ente nei primi anni Novanta. Ha ricoperto anche per molti anni la carica di Presidente della Sezione di Alassio di Italia Nostra. Cavaliere di Grazia e Devozione del Sovrano Militare Ordine di Malta, è dal 1981 membro del Consiglio della Commissione Storico Araldica Genealogica della Liguria. Da quasi quarant’anni occupa anche la prestigiosa carica di presidente dell’ Istituto Internazionale degli Studi Liguri, tra gli Enti riconosciuti dal Ministero dei Beni Culturali, due soli in Liguria, poco più di cento in tutta Italia, insieme alle più prestigiose Accademie romane e fiorentine.


Josepha Restagno è nata a Savona nel 1934, ha frequentato il Liceo classico Chiabrera di Savona e si è laureata in Lettere Classiche,conseguendo il diploma in Paleografia e Diplomatica all’Archivio di Stato di Genova. Per le ricerche relative alla tesi, ha frequentato l’Istituto di Studi Liguri di Albenga. Il professor Nino Lamboglia le ha affidato nel 1956 l’Archivio Storico Ingauno, il complesso degli archivi cittadini, che ha curato da allora ininterrottamente. Proprio questa affinità di idee e di interessi conduce al suo matrimonio con Cosimo Costa. Autrice prolifica, di studi e ricerche ad alto livello, pubblicate sulle più importanti e prestigiose riviste nazionali ed internazionali, ha ideato con Maria Celeste Paoli Maineri (anche lei recentemente insignita di un altrettanto prestigioso riconoscimento da parte dello Zonta Club), gli annuali Cicli di conferenze che continuano ancor oggi. Nominata Direttore dell’Archivio Storico Ingauno nel 1995. Dagli anni Ottanta è membro della Commissione scientifica dell’Istituto in rappresentanza della Sezione Ingauna. Dal 2013 è Ispettore Onorario della Soprintendenza Archivistica della Liguria.
PAOLO ALMANZI

Josepha Restagno

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here