Home Cronaca Cronaca Italia

ALL? ARCHITETTO GENOVESE CARLO CILLARA LA FUNIVIA DEL MONTE BIANCO

0
CONDIVIDI

i in funzione la nuova Funivia del Monte Bianco, commissionata dalla societ? mista ?Funivie Monte Bianco e Regione Valle d?Aosta? per un importo di 65 milioni di euro.
Un?opera ingente, per valore turistico, culturale e tecnologico, che avr? il profilo disegnato dallo Studio Progetti dell?Architetto genovese Carlo Cillara Rossi (via al Molo Giano, 010 2471343). Profondo amante e conoscitore della montagna, scalatore e maestro di sci, nonch? massimo esperto cittadino di sistemi funiviari, Cillara Rossi si ? infatti aggiudicato la gara di progettazione preliminare bandita nel 2004 per procedere alla realizzazione del nuovo impianto, avendo la meglio su una ventina di concorrenti. Intorno a lui, un pool di progettisti per la maggior parte appassionati di alpinismo e vette: ?La nostra proposta ?spiega infatti l?architetto genovese- non si limita all?aspetto tecnico dell?opera, ma si ? voluta orientare verso l?apprezzamento culturale della montagna, attraverso un?infrastruttura ambientalmente sostenibile e con accessibilit? contenuta?.
Il progetto preliminare dello studio genovese ha come obiettivi primari nuovi criteri di sicurezza, l?incremento della portata a 800 passeggeri orari e la riqualificazione dell?offerta turistica del sito. La partenza sar? situata a quota 1800 metri, l?arrivo a Punta Elbronner, a 3463 metri di altezza. Un dislivello prossimo ai 2000 metri che ha imposto di tenere conto, gi? nella fase preliminare, delle tecnologie da acquisire e dell?adattamento alla natura dei luoghi, soprattutto in considerazione delle condizioni climatiche tipiche dell?alta montagna. La stazione posta a Punta Elbronner (foto), tra il dente del Gigante e le Capucine, sar? ancorata ad una roccia ed avr? la forma di un grande quarzo, dai contorni simili a quelli delle creste circostanti. Sul versante a ponente si trover? cos? la grande cupola panoramica rivolta al Bianco, attrezzata per le informazioni al pubblico con sistemi multimediali e seguita pi? avanti da ristorante self service. A levante, invece, si avranno cuspidi vetrate con vista sul massiccio delle Jorasses. La nuova linea partir? da Antreves, in prossimit? dell?attuale funivia sciistica della Val Veny, per raccordarsi con il primo tronco a 2200 metri circa, presso il Pavillon, e proseguire da qui verso la cima finale. A valle ? previsto un grande parcheggio sotterraneo per oltre 400 vetture, mentre alla quota intermedia del Pavillon sono previste zone di ristoro, museo dei cristalli del Monte Bianco, sala Multifunzioni e di proiezione multimediale ed area di ricerca scientifica sulla montagna. Il raggiungimento del celebre Rifugio Torino, infine, ? garantito da un ascensore scavato all?interno della montagna.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here