Alisa: super Asl appena nata e iper contestata da M5S, Pd e RaS

0
CONDIVIDI
Al lavoro all’Asl ginecologo arrestato violenza
In Liguria nasce Alisa, ma il provvedimento in consiglio regionale stasera è passato, dopo le forti contestazioni di M5S, Pd e Rete a Sinistra
In Liguria nasce Alisa, ma il provvedimento in consiglio regionale stasera è passato, dopo le forti contestazioni di M5S, Pd e Rete a Sinistra

GENOVA. 26 LUG. In Liguria nasce Alisa, ma il provvedimento in consiglio regionale stasera è passato, dopo le forti contestazioni di M5S, Pd e Rete a Sinistra.

“A.li.sa garantirà una governance efficace al sistema sanitario regionale, consentendo di liberare le singole Asl da alcuni degli attuali aggravi burocratici e traducendosi quindi in termini di servizi al cittadino”.

Lo ha detto la vicepresidente e assessora regionale alla Salute Sonia Viale dopo l’approvazione del ddl 92 sull’istituzione dell’Azienda ligure sanitaria della Regione Liguria A.Li.Sa. e indirizzi per il riordino delle disposizioni regionali in materia sanitaria e socio-sanitaria.

 

“Con la creazione di A.Li.Sa – ha aggiunto Viale – in cui confluirà Ars e che sarà pienamente operativa dal 1° di ottobre, diamo una regia unica a tutte le cinque Asl che saranno mantenute perché è importante che il territorio ligure abbia comunque la possibilità di affrontare i problemi delle comunità con articolazioni più vicini ai cittadini, potenziando il rapporto ospedale-territorio nell’ottica dell’integrazione dei servizi sociosanitari”.

«Soddisfazione per la nascita della nuova Azienda Ligure Sanitaria. Fino a ieri ogni Asl operava in modo scoordinato rispetto all’intero territorio regionale in una sorta di feudalesimo sanitario – ha spiegato il gruppo regionale del Carroccio – senza un’effettiva azione che potesse dare medesime procedure, evitare sprechi, fornire omogenee risposte ai bisogni dei cittadini. Il modello sanitario della Liguria potrà essere proposto a livello nazionale perché all’avanguardia. Era necessario dare una diversa organizzazione al sistema sanitario e sociosanitario, amministrato in maniera fallimentare dalla Giunta Burlando. Ogni distinto territorio delle cinque ASL liguri ha una propria identità, ma è necessario che gli schemi lavorativi siano condivisi e venga seguita da tutti una regia unica. L’obiettivo è quello di migliorare l’organizzazione e al tempo stesso tutelare la salute dei cittadini in modo omogeneo da Sarzana a Ventimiglia».

 

 

LASCIA UN COMMENTO