Algerino tenta di espatriare con auto rubata, arrestato

0
CONDIVIDI
Auto rubata da algerino
Auto rubata da algerino
Auto rubata da algerino

GENOVA. 8 GEN. Un franco algerino B.A., poco più che ventenne, è stato arrestato per riciclaggio dalla Polizia Stradale di Genova.

Teatro dell’operazione è il porto di Genova, punto nevralgico per la movimentazione dei veicoli rubati sulla direttrice Europa – Africa.

L’algerino era a bordo di un’auto prestigiosa, che sul mercato raggiunge il valore di 37 mila euro, ed era in procinto di imbarcarsi alla volta del nord Africa.

 

Il modus operandi è sempre lo stesso, ovvero rendere difficoltosa l’identificazione del veicolo falsificando i documenti di circolazione, di proprietà ed assicurativi.

Le verifiche eseguite sulla vettura, comparate con gli accertamenti fatti oltralpe, hanno permesso di rilevarne l’origine delittuosa. L’auto era stata, infatti, rubata nei mesi scorsi ad una società di noleggio tedesca.

Tra l’altro l’algerino è noto alle autorità francesi per reati afferenti a ricettazione, stupefacenti, furto d’auto e porto abusivo di armi.

La vettura è stata posta sotto sequestro ed il fermato è stato associato alla Casa Circondariale di Marassi e disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

La Polizia Stradale lavora da decenni per contrastare e reprimere i traffici internazionali di veicoli e di merci, ma alla luce dei recenti accadimenti che hanno aperto nuovi scenari, il livello di attenzione è ulteriormente aumentato.

Sono stati attivati più controlli sulla rete viaria regionale, alla frontiera sia marittima sia terrestre, anche con la collaborazione dei colleghi della Polizia di frontiera, non potendosi escludere che i proventi dell’attività di riciclaggio possano essere utilizzati anche per il finanziamento delle attività terroristiche.

LASCIA UN COMMENTO