Alberto Giusta è Thom Pain al Teatro Garage

0
CONDIVIDI
Alberto Giusta interpreta Thom Pain
Alberto Giusta interpreta Thom Pain
Alberto Giusta interpreta Thom Pain

GENOVA. 27 APR. Venerdì 29 aprile alle ore 21 al Teatro Garage (via Paggi 43/b) Alberto Giusta interpreta  ” Thom Pain “, con la regia di Antonio Zavatteri. Giusta si è diplomato presso la Scuola di Recitazione del Teatro Stabile di Genova nel 1995, nel 1997 fonda la Compagnia Progetto U.R.T. ed assieme a Zavatteri  è socio fondatore della Compagnia Gank che pruduce anche questo spettacolo. Ha lavorato come attore con grandi registi come Luca Ronconi, Marco Sciaccaluga, Ferdinando Bruni, Elio De Capitani e lui stesso è rregista rinomato ed apprezzato .

Thom Pain, sottotitolo basato sul nulla, è un MONOLOGO del drammaturgo contemporaneo americano Will Eno. Scritto nel 2005 è stato vincitore del Fringe Award all’Edinburgh International Festival e nello stesso anno finalista del Premio Pulitzer per la sezione teatro.

Thom Pain è il protagonista del monologo, ma cosa fa nella vita? Perchélo vediamo in scena? è un attore? un politico? un avvocato? ….non si  sa, ma quello che vuole è raccontare al pubblico qualcosa per questo avanza solitario su una scena spoglia.

 

Inizia così un racconto fatto di parole e pensieri in libertà sconnessi fra di loro (così come vengono seguendo il flusso della mente): l’infanzia (l’immagine lirica di un bambino che gioca con il suo cane), la memoria dolorosa, un amore perduto, la paura.

Ne viene fuori una confessione laica di un uomo tragicamente positivo,  assettato di ascolto -il suo ascoltatore è il pubblico di cui cerca un confronto diretto senza paura anche di essere giudicato-  un antieroe che vuole dare un senso alla sua vita, trasformare la rovina in salvezza, restituire qualcosa di nobile al pubblico e a se stesso.

Testo di attualità con una struttura stessa e confusionaria è molto lontano da un testo classico e pulito, il suo linguaggio è assolutamente aderente alla vita di oggi.

Replica sabato 30 aprile sempre alle ore 21.

FRANCESCA CAMPONERO

LASCIA UN COMMENTO