Albenga: teatro alla Clinica San Michele

0
CONDIVIDI
Un momento dello spettacolo

Un momento dello spettacolo
Un momento dello spettacolo

SAVONA. 12 LUG. Ancora una bella iniziativa del professor Nicola Nante nella “Città delle Torri”: il generoso ed illuminato medico ingauno ha infatti ospitato nel Parco della Clinica San Michele la Compagnia teatrale Mare Tempestoso per una rappresentazione di uno spettacolo rivolto in particolare agli ospiti della struttura sanitaria. La “ San Michele” dunque, come patrimonio non solo sanitario, ma anche culturale e storico della città. La struttura sanitaria albenganese venne inaugurata il 20 ottobre 1964 dai coniugi Libero e Maria Rosa Nante.

Lo spettacolo dell’altra sera è stato messo in scena su indicazione della sezione ingauna della UILDM (Unione Italiana per la Lotta alla Distrofia Muscolare). A guidare gli attori Giuseppe Grieco, autore e regista dello spettacolo. La Compagnia teatrale amatoriale “Mare Tempestoso”, che fa parte dell’associazione culturale ‘Symbol 2000’ e della Uilt – Associazione Italiana Libero Teatro, ha proposto tre testi: “Gli sposi”, “Lo scrivano” e “Il telegramma”.

Le tre farse brillanti (scritte dallo stesso Grieco) sono state interpretate da Emilio Cartasegna, Giuseppe Grieco, Angela Repetto, Sabrina Bordone, Gianfranco Piastra, Vanessa Sarti Iaia, Marcello Soliani e dalla debuttante Nadia Raffaele.

 

“ L’evento- ci ha spiegato lo stesso Grieco- è stato reso possibile grazie alla collaborazione della Uildm di Albenga e con la direzione della Casa di cura ‘San Michele’, che si mostra sempre sensibile all’ arte ed alle più moderne innovazioni per facilitare la riabilitazione dei pazienti. Ed in effetti il teatro può avere un ruolo fondamentale nel creare le premesse per un più rapido e pronto recupero di coloro che sono ospitati nella struttura”.

La Compagnia teatrale amatoriale “Mare Tempestoso” è stata fondata in Liguria, sulla Riviera di Ponente, il 4 gennaio 2010 da un gruppo di amici desiderosi di calcare il palcoscenico a livello amatoriale ed ha mosso i primi passi portando in scena varie rappresentazioni. Il debutto ufficiale è avvenuto a Genova, a Palazzo Ducale (Stanza della Poesia), il 10 aprile 2010 con la lettura teatralizzata dalle pagine del romanzo di Robert James Waller, nella libera riduzione di Giuseppe Grieco, “I ponti di Madison County”, edito nel 2001 da Sperling & Kupfer. Da allora decine di rappresentazioni in tutta la Liguria ed anche in Piemonte: Genova ( ancora a Palazzo Ducale, Università Popolare Sestrese, Casa Circondariale di Marassi, Arci Castelletto), Albenga (Clinica San Michele, Palazzo Oddo, Biblioteca civica, Museo Sommariva), Santa Margherita Ligure (Punto Incontro della Tigulliana), Garessio (Teatro “Casa dell’Amicizia”), Ricaldone (Teatro Umberto I).

Tornando al luogo che ha ospitato la rappresentazione, vale la pena soffermarci sulla figura di Nicola Nante (figlio primogenito di Libero e Maria Rosa, Professore Ordinario di Sanità Pubblica e Direttore della Scuola di Specializzazione in Igiene e Medicina Preventiva presso l’Università di Siena), che nel 2009 ha rilevato l’intero pacchetto azionario della Società San Michele S.p.a.ed ha costituito la Società Enne S.r.l. che, secondo le sue indicazioni, oggi gestisce la Casa di Cura. Oggi la clinica, che si presenta con diverse eccellenze, in particolare la riabilitazione polisettoriale e la chirurgia di nicchia, rappresenta l’unico ospedale privato tra Genova e Montecarlo (il più grande, non religioso, dell’intera Regione Liguria). L’eccellenza dei suoi Professionisti, medici internisti, chirurghi, infermieri, fisioterapisti, rappresenta una risorsa non solo per il paziente privato, che in ambiente confortevole e riservato gradisce essere curato, ma per l’intero Sistema Sanitario ligure.
CLAUDIO ALMANZI
 

LASCIA UN COMMENTO