Albanese falsifica passaporto e rientra in Italia: arrestato

0
CONDIVIDI
Savona, 37enne denunciato per resistenza e minacce
Albanese falsifica passaporto e rientra in Italia: arrestato
Albanese falsifica passaporto e rientra in Italia: arrestato

GENOVA. 27 AGO. La polizia ha arrestato ieri sera un 31enne albanese, irregolare in Italia, in possesso di documento falsificato valido per l’espatrio.

L’uomo è stato identificato ieri sera nel centro storico da una volante della Questura.

Nel corso del controllo sono emersi precedenti penali contro il patrimonio ed in materia di stupefacenti, per l’inosservanza della normativa sull’immigrazione, nonché un provvedimento di espulsione e di inammissibilità sul territorio Schengen fino al maggio del 2017.

 

Lo straniero, consapevole del divieto, ha raccontato di essere arrivato in Italia attraversando il confine terrestre con la Grecia per poi imbarcarsi da Atene, in modo da aggirare i controlli più accurati che avrebbe subito in caso di viaggio diretto dall’Albania.

Dall’esame visivo del passaporto esibito dal 31enne sono emerse da subito alcune irregolarità, come l’assenza su alcune pagine della filigrana e la presenza di alcune macchie d’inchiostro, indicatrici dell’apposizione di timbri doganali che però erano totalmente assenti dal documento. I poliziotti hanno così deciso di rientrare in Questura per un più accurato esame del passaporto con la luce ultravioletta e la lente di ingrandimento, che ha consentito di evidenziare ulteriori difformità di due fogli del documento rispetto a quelli originali.

Gli agenti hanno così scoperto che l’Albanese aveva già tentato di entrare in Italia nell’aprile scorso, ma era stato respinto alla frontiera di Brindisi con l’apposizione sul passaporto dei relativi timbri. L’uomo, allora, aveva falsificato il documento sostituendo le pagine con in timbri con altre “pulite”, ottenendo così un passaporto che, da un semplice esame di routine, avrebbe potuto eludere i controlli.

LASCIA UN COMMENTO