Home Cronaca Cronaca Genova

Alba, alla mostra del tartufo spopola la focaccia di Recco

1
CONDIVIDI
La focaccia di Recco a ruba fra gli stand del prestigioso tartufo d'Alba

GENOVA. 29 OTT. La focaccia di Recco, ma anche i gamberi rossi di Sanremo e i mitili di La Spezia sono stati protagonisti oggi della 86° Fiera internazionale del Tartufo Bianco d’Alba, in cui è stato suggellato un matrimonio d’eccezione fra alcuni dei più noti prodotti d’eccellenza di Piemonte e Liguria. Grazie a questo gemellaggio, per tutto il weekend, incluso il ponte di Ognissanti, presso lo stand del Consorzio Focaccia di Recco col Formaggio sarà possibile gustare la celebre Focaccia di Recco, oggi riconosciuta dal marchio IGP.

“E’ un’occasione importante – ha sottolineato Giovanni Toti, presidente della Regione Liguria – per una collaborazione antica tra le nostre regioni, una sinergia che, dall’inizio del nostro mandato, abbiamo ricoltivato in modo costante e proficuo, dai grandi temi della logistica fino all’agroalimentare, che ci unisce perché è una di quelle tipicità che costituiscono il valore aggiunto del nostro Paese. Credo che costruire ponti e filiere, come quella di oggi, sia un modo per ritrovare occasioni di sviluppo in modo coerente tra regioni vicine. Il tartufo, i frutti di mare, il Pigato ligure e il Barolo piemontese non sono poi così distanti come si vuole talvolta farli apparire. Bisogna fare in modo che chi arriva ad Alba per assaporare i suoi straordinari prodotti e ammirare le bellezze di questa terra abbia voglia anche di visitare il patrimonio Unesco delle Cinque Terre passando da Recco per assaggiare la Focaccia col Formaggio e andando anche a ponente, per gustare un gambero rosso con un bicchiere di Pigato. Viceversa – ha concluso – chi arriva a Genova deve sentire il richiamo anche di un’Italia che è meravigliosa e tutta da visitare e che ha tante eccellenze da offrire al mondo di cui spesso ci si dimentica”.

Per l’eurodeputato Alberto Cirio “queste sono produzioni d’eccellenza, ma anche aziende, posti di lavoro, turisti che mangiano nei nostri ristoranti e occupano i nostri alberghi. Vale per il Piemonte come per la Liguria. Dobbiamo lavorare insieme per portare qui i visitatori e farli stare bene, perché un turista che sbarca con una crociera a Genova in un’ora e mezza può essere a Barolo a bere i nostri vini e a mangiare il nostro tartufo, così come un turista che oggi visita la Fiera di Alba in un’ora e mezza può essere a Sanremo o alle Cinque Terre”.


Sul palco dell’Alba Truffle Show sono salite invece due istituzioni della cucina ligure: la chef Gloria Carbone del ristorante Manuelina di Recco, e Federico Bisso, quinta generazione dello storico ristorante Da Ö Vittorio, sul lungofiume della cittadina rivierasca.

 

 

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here