Home Cultura Cultura Savona

Alassio: l’ alberghiero protagonista a Genova

0
CONDIVIDI
Un gruppo di studenti dell' alberghiero impegnati in un Laboratorio

SAVONA. 23 DIC. Ancora una volta l’ Istituto “Giancardi-Galilei-Aicardi”, guidato dalla dirigente scolastica Simonetta Barile, si è distinto in un evento di livello nazionale. A Genova infatti al Museo Luzzati i giovani barman alassini sono stati protagonisti dei Laboratori di “Art of Food and Beverage” nella bella manifestazione che ha aperto la marcia di avvicinamento a “2018 anno del cibo italiano nel mondo”. Per il prossimo anno infatti è stato scelto quale tema da sviluppare nel mondo quello del cibo, dopo che nel 2016 erano stati scelti i Cammini e nel 2017 i Borghi.

L’UNWTO (United Nations World Tourism Organism), ha infatti deciso che è necessario riflettere sull’importanza del mix rappresentato da cibo, arte e turismo. L’obiettivo è quello di promuovere il Made in Italy all’ estero, attraverso l’ unione dei brand italiani di maggiore appeal nel mondo, cibo, arte, cultura e colture. Gli alberghieri liguri e Confagricoltura raccogliendo la sfida, ed in anticipo sulla data di avvio del progetto ministeriale, hanno avviato, in collaborazione con il Museo Luzzati di Genova, una campagna di comunicazione finalizzata a promuovere le erbe aromatiche “Made in Liguria”.

Il progetto, che è stato ideato dal Centro Studi Sul Turismo “F.M. Giancardi” di Alassio è stato presentato ufficialmente a Genova. A realizzarlo saranno all’ inizio gli studenti dell’ Istituto “Bergese” di Sestri Ponente e dell’ alberghiero “Giancardi” di Alassio, e successivamente sarà proseguito da quelli di Finale Ligure (Migliorini), Genova (Marco Polo), Taggia e Ventimiglia (Ruffini) e La Spezia (Casini). All’interno del Museo Luzzati, nel laboratorio didattico, sarà realizzato anche un set fotografico, predisposto dalla fotografa Debora Carrà, per il lancio di quattro drink a base di aromatiche che i giovani barman del Bergese proporranno come aperitivo per l’evento internazionale del 2018. Il progetto, coordinato dai docenti Giovanni Falcone, Gianluigi Cupito, Monica Barbera, Nello Simoncini e Franco Laureri è stato promosso dal Centro Studi Sul Turismo F.M. Giancardi di Alassio e realizzato in collaborazione con il Museo Luzzati, la Confagricoltura Liguria, la rete degli alberghieri della Liguria, gli animatori turistici del progetto Blue Economy finanziato dal fondo sociale europeo del Centro di Formazione E.L.F.o Liguria e gli alunni dell’Istituto Alberghiero N. Bergese di Sestri Ponente.
CLAUDIO ALMANZI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here