Home Cultura Cultura Savona

Alassio, all’Istituto alberghiero di Siracusa il Trofeo Claudio Ventimiglia

0
CONDIVIDI
Foto di gruppo per i premiati

SAVONA. 6 MAG. L’ Istituto alberghiero Federico II di Svevia di Siracusa si è aggiudicato la dodicesima edizione del Trofeo, intitolato a Claudio Ventimiglia, preside della scuola alberghiera alassina dal 1985 al 2003. Alla gara di livello nazionale hanno preso parte studenti provenienti da tutta Italia tra i più abili nell’ arte del trinciare e talenti emergenti dell’ hotellerie nazionale.

La manifestazione ha coinvolto la “Città del Muretto” con eventi e performance nelle più prestigiose location, dal Caffè Roma alla ex Chiesa Anglicana.

In gara i futuri maitre dell’IPSSAR Ruffini – Aicardi (di Arma Di Taggia), dell’ IPSSAR Caterina De Medici (di Desenzano sul Garda), dell’ IPSSAR Virginio Donadio (Dronero), dell’ IPSSAR E. Maggia (Stresa), dell’ IPSSAR Federico II di Svevia (Siracusa), del LYCEE Camus (Frèjus) e dell’ IPSSARA (di Vibo Valentia), coordinati dai docenti e dai dirigenti scolastici.


Gli allievi hanno affrontato con professionalità e competenza le prove predisposte dal comitato organizzatore composto dai dirigenti nazionali dell’ A.M.I.R.A e dell’A.I.S Liguria e dai docenti dell’alberghiero di Alassio Paolo Madonia, Agnese Bove, Sara Ceccatelli e Michela Calandruccio.

I giovani talenti si sono misurati nell’ideazione di un cocktail per il Caffè Roma, nella prova di sommellerie e nel flambage.

Una competizione con test impegnativi, prove tecnico-pratiche e di cultura generale sulle principali competenze che deve possedere un futuro maitre che ha visto Alassio al centro dell’attenzione con i grandi maestri dell’ hotellerie italiana: Valerio Beltrami, presidente nazionale A.M.I.R.A, Antonio Guaracino, consigliere nazionale A.M.I.R.A, Giancarlo Alfano, delegato A.I.S. provincia di Savona, Fausto Carrara, sommelier A.I.S, Massimo Ferrara, proprietario del Caffè Roma, Davide Gagliazzo, bar manager di Gordon Ramsay a Londra ed il professor Giovanni Marello in giuria per decretare il vincitore.

Nelle singole prove i riconoscimenti e la vittoria sono andati a Roberta Soriano (Vibo Valentia), che si è aggiudicata il 1° premio sommellerie; a Beatrice Tribunella (IPSSAR Donadio – Dronero CN), che ha vinto il 1° premio prova flambage; a Roberta Bronzi (IPSSAR Federico II di Svevia di Siracusa ) che ha vinto il 1° Premio Caffè Roma Cahllange, mentre la sua compagna di scuola Valentina Rizzoli si è aggiudicata il premio speciale A.M.I.R.A.

Tutte le autorità negli interventi hanno sottolineato l’importanza degli Istituti alberghieri per lo sviluppo dell’economia turistica dei territori e del nostro Paese, aggiungendo come il talento e la competenza rappresentino uno straordinario capitale senza il quale sarebbe difficile valorizzare l’immenso patrimonio storico, artistico e paesaggistico della nostra Italia.

Al Gala di chiusura erano presenti fra gli altri sua eccellenza il prefetto di Savona Giorgio Manari, il presidente nazionale A.M.I.R.A Valerio Beltrami, il vicesindaco di Alassio Monica Zioni, il presidente dell’Unione Provinciale Albergatori Angelo Berlangieri, la dirigente scolastica Simonetta Barile.

Il concorso è stato patrocinato da Comune di Alassio, Associazione Maître Italiani, Associazione Italiana Sommelier Liguria, A.I.B.E.S. “Associazione Italiana Barman e Sostenitori” e si è svolto in partnership con l’Associazione Albergatori Alassio, il Caffè Roma Alassio, la Torrefazione La Genovese, Nordiconad e il Salumificio Chiesa.
Claudio Almanzi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here