Home Cultura Cultura Genova

AL VIA IL CORSO “IMPARARE A CONFESSARE LA PROPRIA FEDE”

0
CONDIVIDI
santa maria castello

santa maria castelloGENOVA. 26 FEB. «Tra confronti politici in streaming e talk show televisivi dai toni alti, pensiamo sia utile riscoprire la sana dialettica che, nel confronto delle idee, trae efficacia proprio dalla capacità tecnica di saper argomentare». A parlare è Giuseppe Aceti, Priore della Fraternita Laica Domenicana Santa Maria di Castello, che ha promosso il corso “Imparare a confessare la propria fede – corso di argomentazione e dialettica per la vita del credente” .

Il corso, articolato in quattro seminari di circa 5 ore ciascuno, si articola in due parti: un tema di Fede e uno tecnico di comunicazione.

I seminari si tengono, a partire da sabato 1° marzo, dalle 14 alle 19 nel convento di Santa Maria di Castello O.P. a Genova.


«Tramandato dall’antichità classica e sviluppato in ottica cristiana dai padri della chiesa e poi dall’ordine di predicatori istituito da San Domenico – spiega Aceti – è arrivato sino a noi un insieme di tecniche retoriche, oggi quasi dimenticato ma che sta alla base della comunicazione moderna, utile a sostenere il proprio punto di vista con efficacia e senza bisogno di ricorrere a toni alti né tanto meno agli insulti verso l’interlocutore che esprima un punto di vista diverso o opposto al nostro. L’efficacia e il successo di queste tecniche antiche, ma sempre attuali, è stato più volte dimostrato dalla storia. Ne è un esempio lampante la predicazione di San Domenico che utilizzò l’arma della retorica per combattere l’eresia dilagante nel 1200. Anche oggi, in un momento di così profonda crisi in cui troppo spesso assistiamo ad agoni mediatici fatti di insulti e di accesa violenza verbale, pensiamo sia utile, anche per chi fa politica attiva o semplicemente per chi voglia argomentare il proprio punto di vista, riscoprire le tecniche di dialettica su due livelli: quello della fede e quello a servizio del sociale e della politica».

L’iniziativa è senza scopo di lucro. A ogni partecipante è richiesto un contributo di 20 euro per il supporto delle spese organizzative.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here