Al Salone le quattro medaglie olimpiche e gli atleti del free style

0
CONDIVIDI
Al Salone le quattro medaglie olimpiche e gli atleti del free style

GENOVA. 24 SET. Il Salone Nautico di Genova, giunto alla sua quinta giornata, ha celebrato lo sport con la partecipazione di quattro medaglie olimpiche.

Davanti alle telecamere di Rai Sport Uno con il commento di Giulio Guazzini, protagoniste ancora una volta le Olimpiadi e i suoi atleti. Ospiti della trasmissione Matteo Castaldo e Domenico Montrone membri dell’equipaggio del quattro senza, autori di una splendida rimonta sul Sudafrica che ha regalato all’Italia la medaglia di bronzo nel canottaggio a Rio 2016. Ospite d’eccezione Davide Tizzano due volte medaglia d’oro nel canottaggio (Atlanta ’96 e Seul ’98) e membro, de Il Moro di Venezia vincitore della Louis Vuitton Cup nel 1992.

Nel frattempo nella sala Forum UCINA si è tenuto il convegno Sulle Regole, a cura di UCINA Confindustria Nautica. Una giornata di  studio sulla normativa fiscale e doganale sulla nautica in due sessioni.

 

Presente il Sottosegretario per il Governo al Ministero della Semplificazione e Pubblica Amministrazione Angelo Rughetti.

Soddisfatta Carla Demaria, presidente di  UCINA Confindustria Nautica: “Abbiamo il Governo finalmente accanto, dialoghiamo. Non dimentichiamo che questo il settore nautico partecipa in maniera molto attiva al Pil del Paese”.

Giovanni Spalletta, Direttore aggiunto della Direzione centrale Normativa dell’Agenzia delle Entrate, ha confermato che è in via di definizione una circolare che consenta di fare chiarezza sul tema delle garanzie collaterali per i contratti di leasing: “Poter avere delle garanzie reali a sostegno del contratto rende più facile la stipula del contratto e consente di aumentare le vendite delle barche, fatto di grande rilievo ora che il mercato sta ripartendo”.

Il vicepresidente di Ucina, Maurizio Balducci ha fatto presente alle amministrazioni una serie di questioni aperte come quella delle garanzie fideiussorie sulle imbarcazioni extracomunitarie che vengono a fare refitting in Italia. “Oggi il cantiere italiano deve garantire l’intero valore della nave e questo ci penalizza e oltretutto non è necessario e non ha senso”. Lo ha  anche  ribadito il professor Benedetto Santacroce secondo cui si, senza rinunciare a nulla da parte dello Stato, se ne potrebbe fare tranquillamente a meno, oppure in subordine basarsi o sul valore del refitting e non sul valore dell’intera nave. Ha lanciato un appello all’agenzia delle dogane per aprirsi su questo tema.

Per quanto riguarda la definizione dell uso commerciale della nave da diporto il comandante Aniello Raiola, Capo Ufficio Direzione Marittima Lazio, ha colto la possibilità di lavorarci in sede di riforma anche del codice della nautica per fare chiarezza ribadendo però che a suo modo di vedere la chiarezza dipende soprattutto da chi legge e interpreta  la norma.

Non solo di problemi da superare. Anche risultati e buone notizie. La dottoressa Carla Bellieni, Membro della Commissione Imposte Indirette dell’Ordine dei Commercialisti, ha illustrato come il noleggio occasionale può diventare un modo per attirare imbarcazioni dall’estero in quanto l’Italia è l’unico Paese insieme alle Marshall Island a utilizzare uno strumento così competitivo.

Nel corso della giornata ha preso il via la prima tappa del circuito di pesca sportiva The O’, evento organizzato dal campione di pesca sportiva Sandro Onofaro. In mare si sono sfidati i team: otto ore di pura adrenalina alla ricerca del tonno rosso.

La mattinata si è avolta anche all’insegna anche degli sport acquatici. Al via il Match Race Paddle Surf, un’avvincente gara di velocità e slalom con i Sup gonfiabili. Si sono dati battaglia gli atleti del Campionato Italiano.

E’ stata poi la volta del Wakeboard Cable Race, una competizione dimostrativa di free style: evoluzioni e acrobazie di atleti  che trainati da un cavo attaccto alla tavola si sono provati in sensazionali salti.

E poi il Flyboard Sailing, altra gara di fre style con i grandi capioni Cristiano Perseu, Diego Bussu, Fabio Anigoni e la strepitosa quattordicenne Sara Morabito. Hanno catalizzato l’attenzione del pubblico con acrobazie su tavola, pedana e zaino.

Interessante al Teatro del Mare l’intervento di Giancarlo Pedote, navigatore oceanico protagonista di regate in solitario e in doppio, dalla Mini Transat, alla Route du Rhum, alla Transat Jacques Vabre. Pedote, che da un punto di vista sportivo punta alla Vendee Globe 2020, dal palco del Salone ha presentato il DVD SeaYou un progetto didattico sulla vela in solitario a bordo dei Mini 650. Obiettivo del DVD: rispondere alle domande degli appassionati in 27 pillole monotematiche di circa 4 minuti.

Nel pomeriggio la vela ha continuato ad essere protagonista al Teatro del Mare. Dopo la presentazione della 151 Miglia (regata d’Altura da Livorno a Punta Ala) che il 2 giugno 2017 raggiungerà la sua ottava edizione, la Federazione Italiana Vela ha premiato Renzo Grottesi, armatore dello Swan 42 BeWild, vincitore assoluto del Campionato Italiano Offshore 2016, il circuito che riunisce le quindici regate d’altura più importanti in Italia.

Domani i visitatori del Salone avranno ancora una volta la possibilità di vincere un Hot Seat a bordo.

Per partecipare all’estrazione è necessario registrarsi presso gli info point dislocati all’interno del polo fieristico.

LASCIA UN COMMENTO