Al Garage fine settimana all’insegna del divertimento

0
CONDIVIDI
Garage Gli allegri Chirurghi
Garage Gli allegri Chirurghi
Garage Gli allegri Chirurghi
Garage Parla Io non... Ascolto
Garage Parla Io non… Ascolto

GENOVA. 9 DIC. Divertente fine settimana alla sala Diana del Teatro Garage dove andranno in scena due spettacoli da non perdere.

Il primo, quello di venerdì 11 dicembre ( ore 21) è a cura della Compagnia Crocogufo che porterà in scena lo spettacolo Parla !…Io non ascolto”. L’allestimento è composto da tre atti unici “ Victoria Station” di H. Pinter, “ “La Camera Buia” di T. Williams e “L’Anniversario” di A. Checov, che indagano e propongono quattro personaggi maschili e quattro femminili accomunati da forte incomunicabilità.

Ne risultano otto ritratti nitidi e forti, che sembrano appartenere a figure del passato, ma sono invece ritratti dell’ umanità di ogni tempo, specchio di misere vittorie e pesanti sconfitte di ciascuno di noi. Più di quanto non si sia disposti ad ammettere…

 

La regia è del gruppo con la supervisione di Fiammetta Bellone

Le esasperazioni dei personaggi, benché la regia abbia lavorato su un’immedesimazione spontanea e calibrata degli interpreti, conferiscono allo spettacolo una dose di comicità senza cadere nel farsesco facendo sorridere lo spettatore.

Con Ernesto Garibotto Matteo Cavanna, Ottavia De Rege Federica Menini Alessandro Silvio.

Il secondo  in programma sabato 12 (ore 21) e domenica 13 dicembre (ore 17) è la divertentissima commedia scritta da Ray Cooney “Gli allegri chirurghi” che vede alla regia Simonetta Guarino ed interpreti Franco Baldan, Christian Palo, Riccardo Bottino, Mauro Donnarumma,  Alessandra Cavalli, Giorgio OddoneRossana Lunardi, Francesca Misley, Alessandra Pierotti  produzione Compagnia dell’Albicocca. Un ospedale modello di Londra , il Sant’Andrea, in cui esercitano con tranquillità la loro professione i chirurghi Dott. David Mortimer stimato a livello mondiale e felicemente sposato, Il Dott. Hubbert Bonney  che vive con la mamma,  Il Dott. Mike Connolly  dagli atteggiamenti un po’ equivoci,  la situazione si complica quando irrompe sulla scena il giovane Leslee con sua madre Jane.

Leslie appena diciottenne frutto di una relazione extraconiugale tra Jane ex infermiera e uno dei chirurghi dell’ospedale, è intenzionato a scoprire chi è suo padre sconvolgendo così le placide vite di tutti quelli che vi lavorano direttore compreso.

Inizia così una girandola di battute, bugie, travestimenti e reciproci inganni, il tutto per salvare la rispettabilità del dottore, padre naturale del ragazzo. Equivoci e situazioni surreali a non finire condiscono questa commedia di Ray Cooney autore di altre commedie gettonate e campioni d’incasso come “Taxi a due piazze” e “Se devi dire una bugia dilla grossa”.

FRANCESCA CAMPONERO

LASCIA UN COMMENTO