Aiuti a botteghe dell’entroterra ligure

0
CONDIVIDI
Il consigliere regionale Stefania Pucciarelli (Lega Nord): scandaloso che Fondazione Carispezia trovi i fondi per i migranti, ma non per gli spezzini in difficoltà
Il presidente della Commissione regionale Attività produttive Stefania Pucciarelli (Lega Nord)
Il presidente della Commissione Attività produttive Stefania Pucciarelli (Lega Nord)

GENOVA. 25 NOV. Stamane la Commissione Attività produttive, presieduta da Stefania Pucciarelli (Lega Nord), ha approvato all’unanimità il testo del disegno di legge regionale “Riforma degli interventi di sostegno alle attività commerciali” che prevede aiuti per gli esercizi commerciali di tutti i Comuni dell’entroterra. Accolti alcuni emendamenti presentati da maggioranza e opposizione ,che hanno ridefinito i criteri per l’attribuzione dei contributi.

«Oggi si è concluso l’iter riguardo le misure a tutela della piccole botteghe di paese, misure fortemente volute dall’assessore allo Sviluppo economico Edoardo Rixi, – ha spiegato il presidente Pucciarelli – misure che hanno visto la partecipazione anche della minoranza. Questi piccoli negozi che rischiano la chiusura perché soffocati da burocrazia e tasse e che molto spesso, nei piccoli paesi, hanno come loro attività prioritaria quella di una funzione sociale prima ancora che economica, oggi, grazie a questo aiuto, potranno finalmente continuare nella loro importante funzione. Ora il provvedimento licenziato dalla Commissione passerà all’esame del Consiglio regionale».

 

 

“Il voto favorevole del Gruppo del Pd – ha spiegato il consigliere Giovanni Lunardon – deriva dalla condivisione di una politica di sostegno alle attività commerciali delle aree interne e, in particolare dal recepimento di un emendamento migliorativo del testo da noi sottoscritto, insieme ad altri gruppi, che individua criteri oggettivi al fine dell’erogazione dei contributi destinati alle piccole attività commerciali oggetto del provvedimento”.

LASCIA UN COMMENTO