AILEY II. THE NEXT GENERATION OF AMERICAN DANCE AL CARLO FELICE

0
CONDIVIDI
AILEY II - The next generation of American dance

 AILEY II - The next generation of American dance  AILEY II - The next generation of American danceGENOVA. 23 GIU. Stasera, martedì 23 giugno, alle ore 20.30, è in scena il terzo appuntamento per la Primavera in Danza del Teatro Carlo Felice che prosegue con la celeberrima compagnia AILEY II – The next generation of American dance, compagnia d’eccezione che unisce lo spirito e l’energia dei migliori talenti della giovane danza americana e la passione e la creatività dei migliori coreografi emergenti.

La Ailey II nasce nel 1974 e incarna l’intento pionieristico di Alvin Ailey di fondare una vasta comunità culturale che propone spettacoli di danza, programmi di formazione e altre iniziative rivolte al pubblico.

Alvin Ailey creò la sua compagnia nel 1958, composta principalmente da ballerini Afroamericani, e ne fu anche il direttore. Il suo interesse per autori come James Baldwin, Langston Hughes e Carson McCullers accrebbe la sua attrazione per le coreografie di Horton, basate principalmente su dipinti di Paul Klee, poesie di Garcia Lorca, musiche di Duke Ellington e Stravinskij e anche temi Messicani. Quando però Horton morì nel 1953, il ventiduenne Ailey fu scelto per prendere il posto del suo mentore, diventando il direttore e il coreografo principale del Lester Horton Dance Theatre. Nel giro di un anno coreografò tre balletti originali per la compagnia di Horton: Creation of the WorldAccording to St. Francis e Mourning Morning.

 

La sua compagnia rese popolare la danza moderna in tutto il mondo con svariati tour internazionali, promossi dal Dipartimento di Stato U.S.A. Si pensa che proprio grazie a queste tournée il capolavoro coreografico di Ailey, Revelations, sia il più famoso e più apprezzato spettacolo di danza moderna.

Oggi la Compagnia Ailey II dopo il tour negli Stati Uniti e all’estero, si esibisce ogni primavera per la stagione annuale di New York all’Ailey Citigroup Theater. In passato la compagnia è stata ospite dell’Apollo Theater e del Joyce Theater.

Il repertorio della compagnia include creazioni a firma di: Alvin Ailey, Talley Beatty, Donald Byrd, Ulysses Dove, George W. Faison, Lar Lubovitch, Judith Jamison, Robert Battle (direttore artistico dell’Alvin Ailey American Dance Theater) e di coreografi emergenti, quali: Sidra Bell, Thang Dao, Carlos dos Santos e Christopher L. Huggins.

Attualmente è sotto la direzione artistica del NewYorkese Troy Powell che, dopo aver iniziato a studiare danza all’età di soli nove anni alla Ailey School, ora dirige e sviluppa la sua missione trasmettendo nuova energia.

Il programma al Carlo Felice prevede quattro famose coreagrfie, Virtues di Amy Hall Garner, Takademe e The Hunt entrambe di Robert Battle ed infine l’intramontabile Revelations realizzata da Alvin Ailey nel 1960.

Repliche fino al 28 giugno.

FRANCESCA CAMPONERO

LASCIA UN COMMENTO