Agricoltori con trattori in protesta alla volta di De Ferrari

2
CONDIVIDI
Partita da Voltri la manifestazione degli agricoltori
Partita da Voltri la manifestazione degli agricoltori
Partita da Voltri la manifestazione degli agricoltori

GENOVA. 24 MAG. Oltre due milioni di mazzi di basilico dop, quattro milioni e mezzo di bottiglie di vino, 700mila d’olio, per un estensione di colture biologiche pari a 2700 campi da calcio è una rete di muretti a secco più lunga della muraglia cinese.

Sono questi i numeri dell’agricoltura ligure che snocciola la Cia Liguria portando i trattori in piazza, a Genova, per chiedere azioni urgenti che possano evitare al comparto di entrare in una crisi irreversibile.

La protesta ha anche un ashtag: #LENOSTRERAGIONI, ed è promossa da Cia Liguria per sensibilizzare opinione pubblica, istituzioni e politici sulle difficoltà del settore.

 

I manifestanti, con i trattori al seguito, sono partiti da Voltri, percorreranno il centro di Genova per giungere e stazionare in piazza De Ferrari.

La manifetsazione odierna di Genova segue quella avvenuta qualche settimana fa a Roma contro l’inadeguatezza con cui AGEA e SIN gestiscono il portale telematico, strumento che consente agli agricoltori di accedere ai bandi del piano sviluppo rurale emessi dalla Regione.

Per questo gli agritoltori chiedono lo sblocco del portale, l’accesso ai bandi del Piano per lo Sviluppo Rurale e meno burocrazia.

2 COMMENTI

  1. Abbiamo tanti giovani che….nu fa in belin,piegare un po’ la schiena non farebbe male invece del collo sullo smartphone…….La terra non manca in Liguria per capirne il valore. Abbiamo i monti nudi a causa dei piromani….rendere responsabili i giovani a tutelare il territorio e non il pub. Il giorno che…..saranno alla fame.

LASCIA UN COMMENTO