Home Economia Economia Genova

Aeroporto non decolla, Signorini: al Colombo in arrivo un super manager

21
CONDIVIDI
Aeroporto di Genova

GENOVA. 13 LUG. L’assemblea dei soci di Aeroporto di Genova è stata aggiornata al 26 luglio, ma stamane ha sancito che saranno cinque, e non più sei, i componenti del prossimo Consiglio di amministrazione.

Per le nomine si procederà solo fra due settimane.

E’ sempre più vicina la nomina a presidente di Paolo Odone, ora al vertice della Camera di commercio di Genova, che è azionista al 25% del Cristoforo Colombo (il 60% fa capo all’Autorità di sistema portuale del Mar ligure Occidentale e il 15% ad Aeroporti di Roma).


Altri tre consiglieri li sceglierà il socio di maggioranza (uno spetterà ad Adr).

Il presidente dei porti di Genova e Savona, Paolo Emilio Signorini, ha annunciato di volere anche un supermanager, come amministratore delegato o in alternativa come direttore generale.

Tuttavia, la nuova formula per il rilancio dello scalo genovese non è ancora stata definita nei particolari e “si sta valutando la via migliore per poter procedere in tempi brevi”.

Mercoledì 26 l’assemblea si riunirà anche in seduta straordinaria per la modifica dello statuto legata agli adempimenti richiesti dalla legge Madia.

 

21 COMMENTI

  1. Per una città come Genova che potrebbe vivere in gran parte con il turismo avere un’ aeroporto che da anni non si sviluppa è il massimo della stupidità anche se totalmente in linea con una mentalità che mai ha accettato i rischi propri degli imprenditori industriali. Se poi aggiungiamo che molti, anziani e non, preferiscono non spendere per le normali manutenzioni dei loro caseggiati comprendiamo sia la decadenza della Città che quella dell’ aeroporto e di molti servizi pubblici.

  2. Paolo Odone ! Complimenti ! Non doveva andare in pensione ? Siamo unica città del nord ad avere aereoporto in città , con un porto passeggeri che funziona , e non riusciamo ?? Non vogliamo ecco la verità !

  3. Ogni volta che si parla dell’aeroporto si annuncia l’arrivo di un supermanager…io non so finora con che criterio siano stati scelti di certo credo che sia necessario cominciare a trovare un “supersceglitore” per scegliere un nuovo “supermanager” perchè finora quelli che hanno fatto le scelte si son rivelati dei qualunque…con le logiche conseguenze.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here