Home Da Sistemare

ADUSBEF: “NEL 2007 AUMENTO MASSICCIO DEI PIGNORAMENTI PER I MUTUI”

0
CONDIVIDI
ADUSBEF: NEL 2007 AUMENTO MASSICCIO DEI PIGNORAMENTI PER I MUTUI

mo, ma si tratta di realtà; le famiglie italiane, complici l’aumento dei mutui e la difficoltà delle famiglie di far fronte ai crediti, hanno visto un drastico aumento dei pignoramenti immobiliari. Tra il 2006 e il 2007 l’incremento ha superato una media del 20% in tutte le principali città italiane, prime fra tutte L’Aquila con un un picco del 41%, ma anche del 29% a Napoli e Venezia e arrivano al 27% a Macerata, al 26% a Como, al 25% a Firenze e Monza, al 24% a Torino e Bari per poi seguire a Milano con +22% e Roma con un +21% e del 18-19%, a Genova, Padova, Rovigo e Mantova e c’è chi, come a Genova, si è visto la casa ipotecata per soli 1000 euro. E’ l’Adusbef a lanciare il grido di allarme dopo un monitoraggio in alcuni dei maggiori Tribunali italiani con le procedure immobiliari o i pignoramenti sarebbero pari al 3,5% del totale dei mutui, corrispondente, in valori assoluti, a circa 120 mila casi su 3,5 milioni di mutui erogati. Secondo i calcoli dell’Adusbef, dal dicembre 2005, le famiglie italiane si sono viste aumentare le rate di ben 116 euro al mese su un mutuo di 100.000 euro. Un rialzo che, calcolato su base annua, vale 1.400, tale aumento ha portato un numero crescente di famiglie a non poter onorare le rate dei mutui. Il fenomeno delle insolvenze è destinato ad allargarsi, secondo l’Adusbef. Per questo l’associazione chiede interventi finalizzati a rinegoziare i mutui senza oneri con allungamento della vita residua o provvidenze sugli interessi a favore delle famiglie più deboli, anche con l’attivazione di fondi di rotazione da parte degli enti locali e del governo, anche utilizzando i cosiddetti conti dormienti delle banche.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here