Addio eroe Sasà, muore il sub più esperto della polizia

2
CONDIVIDI
Sanarico
Sanarico
L’ispettore di polizia Rosario “Sasà” Sanarico è deceduto ieri durante le operazioni di ricerca di Isabella Noventa: è rimasto incastrato sul fondale di un canale del Brenta

LA SPEZIA. 20 FEB. Una dedizione agli altri senza limiti. Un gigante buono. Aveva partecipato anche ai soccorsi per la Concordia. Ieri è morto durante le ricerche di Isabella Noventa, scomparsa in Veneto nel gennaio scorso. E’ rimasto incastrato sul fondale di un canale del Brenta. Il sub eroe e ispettore della polizia Rosario Sanarico,  aveva 52 anni e nel 1984 era stato assegnato al Centro nautico e sommozzatori della polizia di La Spezia.

Era molto conosciuto nella cittadina del levante ligure, dove aveva frequentato il corso per operatore subacqueo come primo passo di una lunga serie di abilitazioni professionali conseguite in questo settore operativo.

Nel corso della sua trentennale attività, l’ispettore aveva acquisito una grande esperienza partecipando a molti interventi, spesso svolti in condizioni ambientali molto difficili, come i soccorsi durante il naufragio di Costa Concordia, tanto da diventare uno dei sommozzatori della polizia più esperti e apprezzati.

 

 

 

2 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO