Home Cronaca Cronaca Genova

Addetto stampa S. Martino, procura apre indagine: abuso in atti d’ufficio

0
CONDIVIDI
Ospedale San Martino

GENOVA. 18 LUG. La procura di Genova ha aperto un’indagine sul bando per l’assunzione dell’addetto stampa dell’ospedale San Martino di Genova. Si tratta di un incarico per dodici mesi che prevede un compenso di 44 mila euro più Iva.

Il pubblico ministero Gabriella Marino indaga, al momento a carico di ignoti, per il reato di abuso d’ufficio, ma non si esclude anche la turbativa d’asta.

L’inchiesta è nata dopo l’esposto presentato dal Movimento 5 Stelle sull’opacità della vicenda, già segnalata dall’Associazione ligure giornalisti, il sindacato di categoria che aveva criticato la scarsa pubblicità data al bando (solo due iscritti e solo uno si era presentato al colloquio perché l’altro non sarebbe stato neanche avvisato in modo idoneo).


“Serve la massima chiarezza sulla vicenda. Quello che sembra emergere – avevano spiegato i consiglieri regionali del M5S, dopo il deposito dell’esposto – è un iter quantomeno inusuale e poco trasparente per un incarico pubblico prestigioso e ben remunerato. Nonostante il bando fosse di sicuro interesse per i giornalisti e la Regione avesse preso da tempo con l’Ordine dei giornalisti precisi impegni a favore di bandi di settore, l’avviso non è mai stato pubblicizzato dalla Regione”.

Secondo i consiglieri regionali pentastellati, la mancanza di visibilità del bando avrebbe portato a due sole candidature, come se il concorso fosse già indirizzato verso qualcuno: “E’ una situazione su cui va fatta assolutamente chiarezza, per sgombrare ogni dubbio da possibili sospetti di favoritismo o, peggio, nepotismo, all’interno delle istituzioni regionali”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here