Home Cultura Cultura Savona

Ad Arnasco premiati Maimone e l’Istituto agrario Aicardi

0
CONDIVIDI
Un momento del convegno

SAVONA. 18 SETT. E’ andata ad un docente genovese la XXIIesima edizione dell’Arnasca d’Argento, il premio istituito per valorizzare la figura di imprenditori, studiosi, ricercatori, esperti ed appassionati che, in qualsiasi campo, si siano particolarmente distinti nell’ambito della salvaguardia e dello studio dell’agricoltura e dell’oro vegetale.

Si tratta del professor Marcello Maimone, docente all’istituto Agrario Sant’Ilario di Genova. Il premio è stato aggiudicato soprattutto per un interessante progetto condotto dal professor Maimone insieme agli studenti del “Marsano” ed alla cooperativa “Terre Nostre”, per il recupero di coltivazioni locali storiche ormai abbandonate come il chinotto, le arance amare ed il pampaleone (Citrus maxima).

Il premio Memorial Gianni Alberti è andato invece agli studenti dell’Istituto Agrario Aicardi di Albenga, che lo hanno ritirato insieme al vicepreside professor Giuseppe Rossi.


Le premiazioni si sono svolte al termine di un pomeriggio intenso al Museo dell’ Ulivo di Arnasco dove si sono succeduti una serie di interventi sul mondo dell’ oro vegetale e di testimonianze legate alla cultura dell’olivo nell’entroterra ligure, prima della degustazione finale. L’ evento, che è stato organizzato dalla Cooperativa Olivicola di Arnasco, era intitolato : “L’ innovazione della tradizione: patrimonio e ambiente un modello ecocompatibile”.

A fare gli onori di casa ed ad introdurre i temi salienti del convegno sono stati lo stesso presidente della Cooperativa Luciano Gallizia, il vicepresidente Giovanni Piccinno ed il sindaco Alfredino Gallizia. Molto interessanti in particolare gli interventi dell’ingegner Giuseppe Brunengo, di Gianluca Bico e Tommaso Bodini e del dottor Samuele Cama. Grande curiosità ha suscitato in particolare l’ intervento del professor Giusto Giovannetti, che ha messo in luce l’ importanza di un ritorno ad una alimentazione naturale, ed una agricoltura più rispettosa delle biodiversità.

L’Arnasca d’ Argento è stata organizzata in collaborazione con AGEA (Agenzia per le erogazioni in agricoltura), con la Regione Liguria e la partecipazione del Comune, della Pro Loco di Arnasco, del Gruppo Amici dell’Olivo di Arnasco, dell’ Istituto Professionale per l’Agricoltura e l’Ambiente “ Aicardi” di Albenga, dell’ Alleanza mondiale dei terrazzamenti-Sezione italiana, e della Confederazione Italiana Agricoltori di Albenga.
CLAUDIO ALMANZI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here