Ad Antiqua un viaggio nei libri di antiquariato

0
CONDIVIDI
Ad Antiqua anche alcune mensilità del quotidiano Il Lavoro
Ad Antiqua anche alcune mensilità del quotidiano Il Lavoro
Ad Antiqua anche alcune mensilità del quotidiano Il Lavoro

GENOVA. 20 GEN. C’è la prima definizione precisa del continente africano nell’edizione veneziana in latino della Geografia del Tolomeo datata 1598 esposta ad Antiqua, la rassegna di antiquariato in corso alla Fiera di Genova.

Curata da Giovanni Antonio Magini, il cartografo padovano che soffiò a Galileo la cattedra di matematica all’ateneo bolognese per poi perdere il successivo confronto con il genio pisano per l’università di Padova, è illustrata con tavole ricche di dettagli.

E’ di fine ‘700 invece un manoscritto del Corano con rilegatura originale iraniana, con censure evidenti sulle parti ritenute più scabrose. Due tazze monogramma in porcellana finissima appartenute a Colomba e Felice Dagnino completano la collezione di documenti autografi di Giuseppe Mazzini, di Aurelio e Giorgina Saffi e degli stessi Dagnino. Più recente, ma di grande interesse storico, la collezione di tutti i numeri de “Il Lavoro” dal 1920 al 1923, anni cruciali per l’ascesa del fascismo.

 

Il programma degli eventi vede per domani giovedì 21 lezione aperta di pittura con il prof. Pietro Terrone per la “Realizzazione di rappresentazioni e interpretazioni disegnate e dipinte, con riferimenti alla storia della pittura del primo Novecento”, alle 17.30 internezzo musicale e didattico con gli studenti del Conservatorio, protagonista il violoncello; alle 18.30 la conversazione “Una tela di Borzone: atmosfera di casa, godimento da museo” con  la curatrice della mostra di Luciano Borzone, Anna Manzitti, e l’architetto-interior designer Riccardo Sirotti.

Antiqua è aperta al pubblico fino a domenica 24 gennaio, l’orario è dalle 14 alle 20 fino a venerdì, nel finesettimana dalle ore 10 alle 20. Il biglietto d’ingresso costa 10 Euro (8 euro il ridotto) e vale anche per l’ingresso al Museo dell’Accademia Ligustica di Belle Arti  (largo Pertini, adiacente Piazza De Ferrari), dove è esposta una fine selection di pezzi prestati dagli espositori di Antiqua. Per l’occasione il Museo è aperto tutti i giorni dalle 14.30 alle 18.30. Con il biglietto di Antiqua ingresso scontato (5 Euro anziché 7) alla mostra “Luciano Borzone, pittore vivacissimo nella Genova di primo Seicento” a Palazzo Nicolosio Lomellino (via Garibaldi).

www.antiquagenova.com

LASCIA UN COMMENTO