Ad Albissola i “Piatti del pesce”

0
CONDIVIDI

Gli artistici piatti per la sagra del pesce
Gli artistici piatti per la sagra del pesce
SAVONA. 26 MARZ. Proseguono con grande interesse del pubblico e della critica le manifestazioni previste per il sessantesimo di fondazione del “Circolo degli Artisti” di Albissola. Si tratta di “ Noi ci mettiamo la faccia” una serie di mostre che vedono impegnati 124 artisti e che vengono realizzate attraverso una serie di iniziative patrocinate dalla “Fondazione De Mari” e sostenute da Provincia di Savona, Regione Liguria, Comune di Albisola e Liceo Artistico. A coordinare tutto è l’instancabile presidente del circolo, Antonio Licheri. Si sono già svolte le esposizioni di Bettinelli, Romano, Santoiemma, di Simone Poggi, di Mimmo Lombezzi, di Constantin Neacsu.
Oggi pomeriggio alle 17 si inaugura la collettiva ceramica “I Piatti della Sagra del Pesce”, che proseguirà fino al 10 aprile.

Questo il calendario degli altri appuntamenti: personale di Carlo Bernat, dal 16 aprile al primo maggio; “Albisola Comics – Giancarlo Berardi”, dal 7 maggio al 22 maggio; personale di Irene Dominguez “dopo cinquant’anni”, 28 maggio al 12 giugno; personale di Laura Scappatura, dal 18 giugno al 3 luglio; le “Ceramicature – Caricaturamiche” di Umberto Padovani; “I Bronzi di Aligi Sassu”, considerata l’esposizione di punta del Sessantesimo, per i ricordi che legano il grande maestro sardo ad Albisola ed al Circolo ( sarà aperta dal 30 luglio sino al 28 agosto); personale di Roberto Armiliato, dal 3 settembre al 18 settembre; “Perlinger ed Acquani”, dal 24 settembre al 9 ottobre; “Baruzzi e Marthin”, dal 15 ottobre al 30 ottobre; “Stefano Pachì, Canti della Migrazione”, dal 5 novembre al 20 novembre; “La ceramica di Natale”, dal 26 novembre al 13 dicembre; Gabriele Gelatti, 30° risseu Fabbri-Rossello, dal 19 dicembre al 6 gennaio 2017.

Il circolo degli artisti di Albissola nacque con lo scopo di far conoscere a livello locale le eccellenze rappresentate da grandi artisti che operavano proprio ad Albisola come Fontana, Jor, Lam, Fabbri e Sassu: “L’ obiettivo del circolo- ci ha spiegato il presidente Antonio Licheri- era di offrire una vetrina per i grandi artisti presenti ad Albisola ed dare uno spazio libero e non commerciale per i giovani talenti che stavano emergendo”. In effetti da Pozzo Garitta sono passati in centinaia; fra questi Mauro Reggiani, Antonio Siri, Giacomo Lusso, Emilio Scanavino, Emanuele Luzzati, Angelo Ruga, Aldo Pagliaro, Ansgar Elde, Lacy Freund, Attilio Cicala, Aurelio Caminati, Giuseppe Capogrossi, Roberto Crippa, Bartolomeo Tortarolo, Carlo Sipsz, Carlos Carlè e Dino Gambetta”.

 

Vi hanno esposto oltre mille artisti di 100 nazioni. Negli anni hanno aderito al sodalizio centinaia di artisti pittori, ceramisti, incisori, scultori, poeti, illustratori, scrittori, disegnatori, molto noti e meno conosciuti. Anche negli ultimi anni Pozzo Garitta ha contibuito a far conoscere e lanciare grandi nomi come Vandercam, Caldanzano, Franchini, Garelli, Porcù, Assetto, Cardazzo, Quatrini, Rambaldi, Rossello, Salino, Strada, Giannici, Sabatelli, Gatti, Pizzichini, Oliveri, Sciutto, Peluffo, Parini, Bonelli, Cherchi, Dangelo, Ortega, Massa, La Spesa e Moiso, solo per citarne alcuni.

“ Questo nostro circolo è davvero pieno di entusiasti- conclude Licheri- ed è davvero quasi incredibile che dopo sessant’ anni il fascino per tanti resti ancora del tutto immutato”.
CLAUDIO ALMANZI

LASCIA UN COMMENTO