Ad Albenga le conferenze degli Studi Liguri

0
CONDIVIDI
Una conferenza agli Studi Liguri di Albenga
Una conferenza agli Studi Liguri di Albenga

SAVONA. 5 FEBBR. Una serie di conferenze dedicate alla metodologia della ricerca storiografica prenderà il via domani nella “Città delle Torri”. Ad organizzarla è la locale sezione dell’ Istituto Internazionale degli Studi Liguri, presieduta dall’ avvocato Cosimo Costa.

“Come è ormai consolidata tradizione – spiegano gli organizzatori- la nostra sezione organizza l’annuale ciclo di conferenze sulla storia, l’arte e l’archeologia di Albenga e del suo territorio. Il ciclo, che si articolerà su sette incontri a cadenza settimanale, avrà quest’anno un taglio del tutto nuovo e particolare, come enunciato dal titolo stesso : “Per la Storia: esperienze di ricerca pluridisciplinare”. Esaurito con lo scorso anno l’esame della storia cittadina dall’età antica al XX secolo, si è pensato infatti di presentare al pubblico alcuni aspetti della metodologia usata nella ricerca storiografica, attraverso le testimonianze personali di storici e ricercatori”.

Gli studiosi presenteranno alcuni aspetti delle varie discipline e specializzazioni che caratterizzano lo studio del passato, non solo dal punto di vista strettamente storico, ma anche archeologico, artistico e letterario. Il ciclo verrà inaugurato, come detto, domani alle ore 16,30, nella sede di palazzo Peloso Cepolla (Museo navale romano), con una lezione introduttiva del professor Enrico Basso dell’Università di Torino dal titolo “La ricerca storica tra documenti e studi”.

 

Seguiranno, a cadenza settimanale, a partire dal 20 febbraio, le conferenze degli studiosi, esperti e ricercatori Riccardo Musso (Araldica ingauna), Josepha Costa Restagno (Archivi privati), Giorgio Barbaria (Albenga attraverso le testimonianze letterarie tardo-romane), Bruno Schivo (Epigrafia ingauna medievale e moderna) ed Antonio Rolandi Ricci (La ricerca storico-artistica in Albenga). Come di consueto l’ IISL di Albenga ha programmato anche alcune visite a mostre e luoghi in qualche modo legati al tema relativo alle conferenze.

La prima uscita è prevista per sabato 13 febbraio, con la visita a Genova alla mostra sull’archeologia ligure degli ultimi quindici anni. Ci sarà anche la visita ad una interessante esposizione a Palazzo Lomellino in via Garibaldi dedicata alle opere del pittore seicentesco Luciano Borzone.
Molta attesa fra gli appassionati di storia locale la giornata del 30 aprile: in quella data è infatti stata programmata la visita ai celebri oratori campestri di Garlenda.
CLAUDIO ALMANZI

LASCIA UN COMMENTO