Ad Albenga iniziative natalizie dell’ UCAI

0
CONDIVIDI
Una precedente collettiva Ucai
Una precedente collettiva Ucai

SAVONA. 13 DIC. La sezione albenganese dell’ UCAI (Unione Cattolica Artisti Italiani) guidata dal noto violinista imperiese Giovanni Sardo ha annunciato il programma per festeggiare adeguatamente Natale e l’ anno nuovo.

Il 19 dicembre alle ore 16 verrà inaugurata la tradizionale collettiva natalizia presso la sede del sodalizio, in piazza dei Leoni. Sarà presente il Vescovo Monsignor Guglielmo Borghetti. In mostra opere degli artisti Marinella Azzoni, Donatella Balsamo, Emanuela Bosco, Tanni Buttigè, Giancarlo Buzzi, Giulio Corselli, Mario Dabbene, Giuseppe Ferrando, Valeria Gollo, Laura Lazzati, Luciana Licari, Giovanna Lupi, Mauro Marchiano, Mariella Mascaro, Paola Moreno, Laura Nan, Gino Pisanello, Maria Rodino, Anna Vecchio, Luisa Vincini e Giancarlo Zanni. Alle ore 16 e 30 si svolgerà “Mystica”, una performance di Emanuela Bosco.

Monsignor Giovanni Battista Gandolfo, consulente ecclesiatico dell’Ucai, ha annunciato che sempre il giorno 19 dicembre, alle ore 18, nella Cattedrale di San Michele Arcangelo, il Vescovo Borghetti officerà la messa per tre associzioni del comprensorio ingauno: l’Ucai, la Vecchia Albenga e il Circolo dei fotografi San Giorgio.
Domenica 20 Dicembre alle ore 21, ci sarà il Concerto delle Voci Bianche “Erio Tripodi” in Cattedrale. Suonerà il Quartetto d’Archi “Per il Giubileo” con al pianoforte Massimo Dal Prà. Direttore del Coro Roberta Garrione. L’ evento è organizzato in collaborazione con l’associazione “Tra le Torri” e patrocinato dal Comune di Albenga. Le offerte saranno devolute alla Pubblica Assistenza Croce Bianca di Albenga.

 

La collettiva di Natale degli artisti Ucai si concluderà il 6 gennaio. La mostra resterà aperta con il seguente orario: dalle 15 alle 18.
Per avere maggiori informazioni sugli eventi, o sulle iniziative dell’ UCAI sezione di Albenga- Imperia, è possibile telefonare al numero 3394632476, consultare il sito www.ucaialbengaimperia.org, oppure inviare una e mail all’ indirizzo di posta elettronica [email protected]
CLAUDIO ALMANZI

LASCIA UN COMMENTO