Ad Albenga Giusto e Tavaroli in mostra

0
CONDIVIDI

La locandina dell' evento
La locandina dell’ evento
SAVONA. 10 DIC. Un fotografo ed un pittore albenganesi accomunati dal desiderio di far conoscere adeguatamente ai propri concittadini le loro opere. E’ questo il significato principale della doppia personale dal titolo: “Due volti a confronto” che vedrà da sabato Sergio Giusto e Paolo Tavaroli esporre (fino al 20 dicembre) nel palazzo Lengueglia-Costa in piazza San Michele,7.

A presentare i due artisti sarà il professor Gino Rapa dei Fieui di caruggi. Sergio Giusto proprio recentemente ha riscosso notevole successo di critica e di pubblico con la sua mostra antologica alla PassepARTout Unconventional Gallery di Milano. Artista difficilmente catalogabile Giusto ha uno stile caratterizzato da una profonda empatia, con quello che lui stesso definisce il Realismo Magico. Giusto è l’artista che, in occasione della partenza del Giro ciclistico d’Italia, ha donato una sua originale opera al Comune di Albenga.

“I miei quadri – spiega lo stesso autore- rappresentano il mio modo interiore e li definirei salvifici considerando che ho iniziato a creare a seguito di difficoltà familiari e che sono stati il mezzo con cui mantenere un rapporto sano con me e con l’esterno. La pittura è stata un mezzo espressivo potente e i volti trasformati da umani in animali che sono un fattore ricorrente nella mia pittura mi aiutano ad estrarre l’anima da volti che sono spesso maschere. La mia arte nasce soprattutto dalle esperienze quotidiane, è stata originata dalla sofferenza, da una serie di eventi personali che mi hanno cambiato radicalmente la vita”. Allievo del grande Maestro Silvano Gilardello, direttore dell’ Accademia di Verona, e del noto scultore Pino Castagna, Giusto riesce oggi a combinare con equilibrio realtà e sogno. La sua arte è definita “ Realismo magico”, ma Giusto è in verità un artista versatile e poliedrico: scultore e grafico, legato all’ Art Brut ed a quella del riciclo, perciò non è proprio possibile classificare i suoi lavori. Giusto ha alle spalle molte personali e collettive, le sue opere fanno parte di prestigiose collezioni private. Ha ottenuto notevoli successi nella Fiere di Padova, Cremona, Forlì e Zurigo.

 

Il fotografo Paolo Tavaroli, docente di Religione presso l’ Istituto “Giancardi-Galilei-Aicardi” di Alassio e presidente del Circolo Fotografico San Giorgio (uno dei più famosi sodalizi fotografici italiani) è l’ ideatore e fondatore di importanti eventi ed associazioni di rilievo che negli anni hanno fatto di Albenga uno dei più attivi e conosciuti centri dagli appassionati di quest’arte. Anima della tradizionale manifestazione “SanGiorgiofotografia” e del Circolo Fotografico San Giorgio, Tavaroli ha alle spalle una nutrita serie di importanti mostre collettive e personali ed ha collezionato una sfilza di premi , alcuni dei quali prestigiosi e di livello internazionale. Ideatore e fondatore della Biennale Internazionale della Fotografia, che a partire dal 2016 trasformerà Albenga nella capitale mondiale del settore, è stato prescelto quest’ anno a rappresentare l’ Italia alla Coppa del Mondo fotografica. Questo importante riconoscimento gli ha consentito di fare parte della formazione di artisti che hanno rappresetato l’ Italia in Indonesia alla ventottesima Coppa del Mondo FIAP di fotografia per Nazioni. Il Maestro Paolo Tavaroli, recentemente ha anche ottenuto il prestigioso “Premio Auspices”.

Sergio Giusto e Paolo Tavaroli sono due artisti che si sono affermati fuori dalle mura della loro città d’origine, incontrandosi con progetti visivi diversi, ma accumunati da un analogo spirito di ricerca, ci propongono una selezione dei loro ultimi lavori.

Inaugurazione e apertura dell’esposizione sono in programma sabato, alle ore 17, presso il Palazzo Lengueglia Costa in piazza San Michele, messo a disposizione grazie alla generosità della famiglia Costa, che ha voluto ancora una volta aprire le sue sale al pianterreno del prestigioso palazzo e all’ impegno del vice sindaco Riccardo Tomatis, che ha creduto e dato il patrocinio del Comune a questo importante evento culturale.
CLAUDIO ALMANZI

LASCIA UN COMMENTO