Ad Alassio sulle tracce degli inglesi a fine 800

0
CONDIVIDI
Bruno Schivo accompagna turisti e residenti nelle passeggiate storiche
Bruno Schivo accompagna turisti e residenti nelle passeggiate storiche
Bruno Schivo accompagna turisti e residenti nelle passeggiate storiche

SAVONA. 14 AGOS. “Gli inglesi ad Alassio” è lo stuzzicante titolo della passeggiata proposta (per mercoledì 19 agosto, appuntamento alle ore 17 di fronte al Comune di Alassio) da Amnesty, nell’ ambito delle visite storico-naturalistiche estive organizzate dall’ assessorato al Turismo del Comune di Alassio e dal Gruppo Italia 173 di Amnesty.

Iniziate il primo luglio, continueranno fino al 20 settembre, hanno lo scopo di far conoscere Alassio, i comuni limitrofi ed il suo splendido entroterra collinare. La passeggiata di mercoledì servirà a far conoscere le principali testimonianze del periodo “inglese” di Alassio tra cui la “West Gallery”, la English Library ed il tennis Club Hanbury.

“Con questo itinerario– ci ha spiegato Bruno Schivo, che accompagnerà i visitatori – si potranno ammirare e visitare le testimonianze della presenza degli inglesi ad Alassio. L’itinerario, in parte su sentieri e mulattiere, condurrà chi vorrà venire con noi alla ricerca di quanto è rimasto di quella presenza: le chiese e le ville, il Tennis Club, la West Gallery e la English Library. Dal 1875 alla seconda guerra mondiale Alassio, al pari di altri centri della Riviera, ospitò una assai nutrita colonia inglese”. Questo il calendario dei successivi appuntamenti: il 22 agosto verrà proposta “La via Iulia Augusta tra Albenga e Alassio”; il 26 sarà la volta de “La collina: San Rocco, Loreto e Madonna delle Grazie”. A settembre infine si svolgeranno le camminate in queste date: 1 settembre (Il Burgus Alaxii-visita guidata alle chiese e ai carrugi del vecchio borgo); 16 settembre (nuovamente Gli Inglesi ad Alassio) ed il 20 settembre (Alta via della Baia del Sole).

 

Il benemerito e noto studioso professor Bruno Schivo, che accompagna in quasi tutte le passeggiate i partecipanti, da anni è impegnato in modo ammirevole in questa campagna di promozione e divulgazione circa il patrimonio artistico, storico, architettonico e devozionale del comprensorio alassino.

Comunque per avere maggiori informazioni su queste ed altre iniziative del Comune di Alassio e di Amnesty International è possibile contattare i numeri telefonici 3283066168 e 0182648142, oppure scrivere direttamente all’accompagnatore all’indirizzo di posta elettronica [email protected]
CLAUDIO ALMANZI

LASCIA UN COMMENTO