AD ALASSIO RIMPATRIATA PER LA BELLA ETA’

0
CONDIVIDI

La Bella Età torna ad esibirsi ad Alassio dopo tanti anni
La Bella Età torna ad esibirsi ad Alassio dopo tanti anni
SAVONA. 13 AGOS.“ Moglio col bene che ti voglio” è il titolo stuzzicante di una serata revival che riunirà, domenica sera, fra loro, dopo molti anni, i componenti di un mitico gruppo rivierasco che si esibiva negli anni Settanta nei più famosi locali tra Varazze e Ventimiglia. Si tratta del gruppo “ La bella età” che dopo 40 anni torna ad esibirsi per la gioia degli amici di un tempo e degli amanti della musica leggera. Domenica, a partire dalle ore 21 e 15, presso i Giardini di Moglio, la stupenda frazione collinare di Alassio, si svolgerà lo spettacolo musicale “Moglio col bene che ti voglio…la Bella Età si racconta 40 anni dopo”. Ad esibirsi sarà il trio di allora: Fasano-Vero-Tortelli: “La Bella Età”- dice Adalberto Guzzinati, giornalista e critico musicale- era un interessante complesso musicale che si esibiva in Riviera con grande successo. Fondato e composto nella metà degli anni Settanta da tre ragazzi alassini, che allora avevano appena tredici anni: Franco Fasano, Mauro Vero e Morgan Tortelli. Per loro quella palestra di esibizioni musicali fu l’ inizio di una brillante carriera professionale. Adesso a distanza di 40 anni, questi artisti, sono divenuti degli affermati professionisti in campo musicale e si riuniscono eccezionalmente per una serata da non perdere”.
In programma, in quello che si annuncia come uno struggente e delizioso armarcord ligure, i musicisti alassini eseguiranno parte del loro repertorio di un tempo, tra racconti, aneddoti, fotografie storiche e tante altre sorprese e colpi di scena.
La serata dedicata ai tre maestri alassini è stata organizzata dal Comune di Alassio (assessorato al Turismo), in collaborazione con Eccoci Eventi e con la direzione artistica di Franco Fasano. L’ingresso sarà libero e verrà anche attivato un servizio di navetta gratuito (fino ad esaurimento posti) dal centro di Alassio verso Moglio a partire dalle ore 20 e 45 (in via Mazzini, fermata centrale).
PAOLO ALMANZI

LASCIA UN COMMENTO