Acquedotto colabrodo, buchi tappati: Principe e Dinegro verso normalità

1
CONDIVIDI
Si rompe un tubo Irendell'acqua a Principe, piazza Acquaverde diventa una piscina
Principe e Dingero verso la normalità, dopo la rottura delle tubazioni dell'acquedotto
Principe e Dingero verso la normalità, dopo la rottura delle tubazioni dell’acquedotto

GENOVA. 26 GIU. Dopo alluvioni e frane, l’acquedotto colabrodo. Torna verso la normalità la rete idrica genovese. A Principe e Dinegro i tecnici di vigili del fuoco, Iren e Mediterranea delle acque hanno lavorato tutta la notte, tappando finalmente le falle delle tubature (terzo e quarto episodio in una sola settimana).

Gli interventi sono stati complessi, anche perché accanto alle tubature dell’acquedotto ci sono quelle del gas e delle linee telefoniche.

I disagi più grossi si sono comunque risolti in mattinata. Pertanto, oggi torna l’acqua nelle case dei due quartieri.

 

Le esplosioni delle tubature sono avvenute ieri nel tardo pomeriggio in piazza Acquaverde e poi, nella notte, in salita degli Angeli. Il fiume d’acqua ha invaso strade e scantinati, con danni pure ad alcune auto e moto. Evacuate alcune famiglie.

A Principe l’acqua non ha provocato danni di rilievo alla stazione ferroviaria. Treni regolari.

Tra le cause delle rotture delle tubature, secondo un’ipotesi dei tecnici, ci sarebbe pure lo sbalzo di temperatura dovuta al caldo che dilata il materiale. Tuttavia, il Comune ha chiesto un monitoraggio per verificare che non si tratta di usura delle tubazioni, che stante i fatti potrebbero essere ormai obsolete.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO