ACQUARIO. TRE NUOVI FIOCCHI NELLA VASCA DEI PINGUINI

0
CONDIVIDI
acquario pinguini

acquario pinguini acquario pinguiniGENOVA. 14 LUG. Per il secondo anno consecutivo l’Acquario di Genova festeggia un evento eccezionale: da una coppia di pinguini di Magellano (Spheniscus magellanicus) sono nati due “gemelli”. I due piccoli in realtà non sono nati dallo stesso uovo, ma a pochi giorni di distanza l’uno dall’altro da due diverse uova.

L’evento è speciale in quanto è piuttosto raro che due pulcini “gemelli” vengano entrambi allevati dai genitori in ambiente controllato.

I due fratelli sono nati a pochi giorni l’uno dall’altro il 24 e 25 maggio da uova deposte nel nido nella parete della vasca espositiva l’11 e 15 aprile. Le uova sono state covate alternativamente da papà Tyson e da mamma Diana, prima nata nella vasca dell’Acquario di Genova nel 2008. I piccoli sono quindi di seconda generazione.

 

Usciti per la prima volta dal nido il 28 giugno, dopo circa un mese dalla schiusa, pesano già circa 2 kg. Si possono vedere nei pressi del nido in alcuni momenti della giornata, osservare i loro primi passi e il sottile piumaggio grigio di questa prima fase di vita.

Resta ancora nascosto e protetto da mamma e papà nel suo nido il terzo pulcino, nato il 28 giugno dall’uovo deposto in data 7 maggio da papà Verde e mamma Blunera.

I piccoli sono cibati dai genitori che rigurgitano nel loro becco il cibo predigerito; presto inizierà lo svezzamento che prevede un’integrazione della dieta con cibo somministrato dal personale acquariologico fino alla completa sostituzione del cibo dato da padre e madre.

Per sapere sesso e nome il pubblico dovrà aspettare ancora un po’ i risultati dell’esame del DNA.

Raggiungeranno l’indipendenza in un periodo variabile tra le 9 e le 17 settimane, a seconda della quantità e qualità del cibo ricevuto; anche la peluria grigia verrà ben presto sostituita dal caratteristico piumaggio bianco e nero degli adulti.

Entro i 2 mesi di vita, i piccoli fanno la prima muta, passando dal piumaggio grigio alle piume impermeabili che  consentiranno loro l’ingresso in acqua. In questa fase di muta, potrà essere necessario spostarli in una vasca curatoriale non visibile al pubblico per abituarli gradualmente al contatto con l’acqua, al nuoto, all’uscita dall’acqua stessa e alla termoregolazione.

I pinguini di Magellano sono animali monogami, formano coppie estremamente stabili che possono durare per tutta la vita. Vivono lungo le coste orientali e occidentali del Sud America a partire da Cile e Argentina fino a Capo Horn e alle isole Falkland. Raggiungono la maturità sessuale intorno ai 4 anni le femmine ed intorno ai 5 anni i maschi. Possono arrivare a 70 cm. di altezza e pesano tra i 3 e i 4,5 kg.

La vasca espositiva, che oltre ai pinguini di Magellano ospita diversi esemplari di pinguino Gentoo (Pygoscelis papua), è visibile da due livelli e consente al pubblico di immergersi idealmente nel mondo dei pinguini e di poterli osservare durante la loro permanenza sulle rocce, nel loro agile e veloce movimento subacqueo e nei balzi e guizzi per uscire dall’acqua.

All’interno della vasca sono riprodotte le condizioni stagionali dell’ambiente naturale in cui vivono le due specie ospiti; la temperatura dell’acqua varia da 6 a 10° C, quella dell’aria può variare da 8 a 12° C, secondo le stagioni.

LASCIA UN COMMENTO