Home Consumatori Consumatori Genova

Accertamenti fiscali sui genovesi: Tursi recupera 1 milione di euro

6
CONDIVIDI
Tursi: generale GdF Renzo Nisi con sindaco Marco Bucci

GENOVA. 22 SET.  “Anche quest’anno il Comune di Genova con 991 mila euro incassati è tra i Comuni più virtuosi nella lotta all’evasione erariale in collaborazione con l’Agenzia delle Entrate e con la Guardia di Finanza, secondo solo a Milano in termini assoluti di incasso, ma primo per recupero per abitante pari a 1,69 euro a persona contro l’1,29 del capoluogo lombardo”.

Lo ha comunicato oggi il Comune di Genova.

“Complessivamente – hanno aggiunto da Palazzo Tursi – dal 2010 ad oggi gli uffici tributari del Comune hanno inviato all’Agenzia delle Entrate 3.332 segnalazioni distribuite nei diversi ambiti di cui 1.236 hanno dato origine ad altrettanti accertamenti fiscali. Le segnalazioni scaturiscono essenzialmente da incroci di banche dati e dall’ordinaria attività degli uffici tributari comunali che hanno messo a punto tecniche e procedure in grado di far emergere informazioni utili ad identificare situazioni potenzialmente irregolari”.


Ecco i dettagli forniti dalla giunta Bucci:

AMBITO
NUMERO
Disponibilità di beni indicativi capacità contributiva
1.248
Proprietà edilizia e patrimonio immobiliare
1026
Commercio e professione
958
Residenze fittizie all’estero
67
Urbanistica e territorio
33
 

 

 

 

Le segnalazioni scaturiscono essenzialmente da incroci di banche dati e dall’ordinaria attività degli uffici tributari comunali che hanno messo a punto tecniche e procedure in grado di far emergere informazioni utili ad identificare situazioni potenzialmente irregolari

6 COMMENTI

    • ah si perche chi lavora nel pubblico e fa doppio o triplo lavoro non fa evasione eh ?? sempre solo contro chi ha una Piva ….i dipendenti evadono molto di piu e l’ora di finirla !!!!!! apritela voi una partita iva e poi parlate !!!!

    • ..gli imbecilli che si sentono offesi… come dice un proverbio… la prima gallina che canta è quella che ha fatto l’uovo… ma certo a chi brucia il sedere. Si fa subito parte lesa… e ne conosco per così di libero professionisti conoscenti negozianti.ecc ecc……che evadono o lavorano in nero!!! Ma per piacere!!!!… sta a vedere che adesso il lavoratore che paga una media del 30/40 per cento sullo stipendio a quello devo fare le visite fiscali… ma che cavolo uno parla…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here