A Savignone chiude il 7° Festival Teatrale dell’Acquedotto

0
CONDIVIDI
A Savignone il Festival dell'Acquedotto
A Savignone il Festival dell'Acquedotto
A Savignone il Festival dell’Acquedotto

GENOVA. 5 AGO. Questa sera, mercoledì 5 agosto alle ore 21.30, presso il ricreatorio di San Bartolomeo di Savignone, si chiude la settima edizione del Festival Teatrale dell’Acquedotto, ideato e diretto dal Teatro dell’Ortica che ha presentato un programma ricchissimo che ha visto come sempre grande partecipazione di pubblico: quattro stondaiate che hanno seguito il fil rouge degli odori e profumi della Val Bisagno; quattro incontri aperti su temi di interesse comune (la cultura contro il degrado dei territori, l’acqua, l’Istria: due guerre e il problema profughi, le Società di Mutuo Soccorso) e tredici spettacoli teatrali (quattro ospitalità, quattro nuove produzioni, tre produzioni di repertorio e due coproduzioni).

A chiudere questa positiva settima edizione del Festival, il reading teatrale Variazioni paganiniane. Paganini, diavoli, streghe, “figge” e “dinè”, ideato ed interpretato da Mauro Pirovano – accompagnato dal violino di Federica Pellizzetti.

Nicolò Paganini e Mauro Pirovano, che cosa accomuna questi due genovesi oltre al profilo greco? Tutta una serie di disturbi funzionali nella sfera digestiva e malattie svariate… Pirovano si permette da conterraneo di ripercorrere la vita del maestro, evidenziando gli aspetti meno noti, curiosi, sfiziosi (sarà una malattia?), sicuramente piccanti, anche se poi di difficile digestione; il tutto accompagnato dall’immancabile violino da sempre protagonista nella vita del Sommo, di Federica Pellizzetti. L’ingresso è gratuito.

 

FRANCESCA CAMPONERO

Informazioni e prenotazioni: 010.8380120

[email protected] http://www.teatrortica.it

LASCIA UN COMMENTO