A.r.t.e. Genova, nuova carta servizi e sportello online

0
CONDIVIDI
Il governatore ligure Giovanni Toti e l'assessore regionale all'Urbanistica Marco Scajola
Toti e Scajola oggi hanno presentato la nuova carta servizi e lo sportello online di A.r.t.e. Genova
Toti e Scajola oggi hanno presentato la nuova carta servizi e lo sportello online di A.r.t.e. Genova

GENOVA. 13 MAG. Prende il via da oggi il rilancio di Arte Genova, l’azienda territoriale regionale per l’edilizia, con la nuova carta dei servizi, i responsabili di zona, gli uffici al pubblico decentrati e lo sportello on line.

La presentazione è avvenuta questa mattina alla presenza del governatore Giovanni Toti, dell’assessore regionale all’Urbanistica Marco Scajola e dell’amministratore unico di Arte Genova, Girolamo Cotena.

Si tratta di un passaggio fondamentale a seguito dell’input trasmesso ad Arte dalla Giunta Toti che da subito ha chiesto chiarezza all’azienda, attraverso la presentazione di un piano industriale che prevedesse la ristrutturazione del debito e il recupero della sua missione originaria che è quella di fornire servizi abitativi a un canone contenuto.

 

La nuova Carta dei servizi di Arte Genova si rivolge agli assegnatari degli alloggi, ai comuni, alle associazioni di utenti e ai consumatori. Attraverso la Carta, si vuole migliorare la qualità dei servizi forniti, rendendoli sempre più vicini alle necessità dell’utenza e soprattutto garantendo una comunicazione chiara e trasparente.

Insieme alla Carta dei servizi, ARTE ha previsto i nuovi responsabili di zona: 4 funzionari che diventeranno 8 entro l’anno, e saranno presenti sul territorio con funzioni di ascolto, mediazione sociale, prevenzione dell’abusivismo, collaborazione con i municipi e le forze dell’ordine. Inoltre verranno aperti nuovi uffici decentrati nei quartieri genovesi della Valpolcevera, del Ponente e della Valbisagno.

Infine sarà operativo uno sportello on line dedicato alle segnalazioni degli assegnatari degli alloggi che saranno immediatamente prese in carico ([email protected]) a cui si aggiungono i due numeri verdi già operativi (800 18 60 52 – 800 24 24 77).

“Si tratta di un pacchetto di azioni concrete – ha spiegato l’assessore Scajola – che ci avvicinano finalmente ad altre aree del Paese che oggi offrono servizi di eccellenza, recuperando uno svantaggio accumulato negli anni”.

Gli alloggi gestiti da ARTE Genova ammontano a 11.500, con un canone medio mensile di poco inferiore ai 100 euro; gli alloggi occupati abusivamente nell’area metropolitana di Genova sono estremamente limitati e rappresentano lo 0,75% del totale, mentre i nuclei familiari morosi ammontano a 1.889, pari a circa il 20% del totale. Gli alloggi sfitti sono circa il 5% di quelli gestiti, pari a 623 appartamenti. Ogni anno i funzionari di ARTE ricevono presso le loro sedi mediamente 15.000 utenti.

 

LASCIA UN COMMENTO