A Napoli si rievoca la storia del giocattolo con Coppélia

0
CONDIVIDI
A Napoli la storia del giocattolo
A Napoli la storia del giocattolo
A Napoli la storia del giocattolo

NAPOLI. 20 MAR. Sabato 26 marzo nel foyer del Teatro San Carlo di Napoli vi sarà l’inaugurazione della mostra Il Teatro delle Bambole, un’esposizione a rievocare la storia del giocattolo. Questo in occasione della messa in scena del balletto Coppélia (31 marzo – 12 aprile 2016) per la coreografia di Roland Petit, ripresa con la supervisione di Luigi Bonino, con il Corpo di Ballo del Teatro di San Carlo e l’Orchestra del Massimo napoletano diretta da David Garforth.

Coppélia, racconta la magica favola della bambola meccanica creata da uno scienziato, il Dottor Coppélius, a immagine e somiglianza di Swanilda, la ragazza di cui egli è segretamente innamorato. Ma Swanilda è invece fidanzata con Frantz, e sembra non accorgersi dell’amore che l’inventore prova per lei.

Il percorso espositivo della mostra è dedicato in particolare alla collezione di bambole del Museo del Giocattolo dell’Università Suor Orsola Benincasa e vede coinvolti il Teatro di San Carlo, l’Università Suor Orsola Benincasa, l’Accademia delle Belle Arti di Napoli e la Soprintendenza BEAP Napoli – Palazzo Reale. A curare il percorso  è Lucio Turchetta, con la collaborazione del Prof.Vincenzo Capuano, coadiuvati dagli allievi dell’Accademia.

 

Alla mostra, visitabile tutti i giorni, secondo gli orari delle visite guidate, dal 26 marzo, si aggiungono anche incontri di approfondimento ed iniziative speciali dedicate agli studenti.

Il vernissage è aperto alla cittadinanza di Napoli.

La vista alla mostra è abbinata allo spettacolo o alla visita del Teatro. I biglietti si acquistano attraverso i consueti canali di vendita.

FRANCESCA CAMPONERO

Info e [email protected] 0817972468.

LASCIA UN COMMENTO