A Messa solo l’1.5% di musulmani, il prete: islam prepotente e invasore

0
CONDIVIDI
La pagina della rivista jihadista Dabiq: rompere la Croce
La pagina della rivista jihadista Dabiq: rompere la Croce
La pagina della rivista jihadista Dabiq: rompere la Croce

GENOVA. 31 LUG. Altro che giornata storica di pace contro l’odio. Purtroppo, è stato un flop: dopo l’ultimo atto terroristico di Rouen, oggi nelle Chiese si sono recati a pregare insieme ai cattolici poco più di 23mila musulmani, in parte italiani (fonte Comunità mondo arabo in Italia).

Ossia circa l’1,5% degli islamici presenti nel nostro Paese, che secondo una stima di Caritas/Migrantes sono oltre un milione e mezzo, quasi tutti stranieri.

Pertanto, la Santa Alleanza di musulmani e cattolici contro il dominio islamista per ora si è rivelata un fiasco, anche se l’iniziativa può rappresentare un’apertura per combattere insieme il fanatismo religioso.

 

In Liguria, gli islamici risultano circa 50mila. La percentuale presente a pregare nelle Chiese della nostra regione, oggi è apparsa in linea con quella nazionale.

Intanto, se proprio oggi i jihadisti hanno chiesto a tutti i musulmani di “rompere la Croce” diffondendo il messaggio sulla rivista Dabiq, un prete milanese, rimasto anonimo per paura di ritorsioni, ha inviato ai media una missiva di protesta.

Ecco il testo: “Tu mi ammazzi un parroco e poi ti inviti la settimana dopo nella mia Chiesa a pregare la tua religione. Anche le altre chiese del mondo oggi saranno invase da musulmani senza che nessuno li abbia invitati. Se c’è proprio una cosa che noi temiamo è vederci arrivare i “turchi” in Chiesa.

Se lo avessi fatto io, non in Egitto, ma qui a Milano, di presentarmi in una moschea dicendo che mi sono autoinvitato a pregare, mi avrebbero lasciato alla porta. E se avessi insistito sarebbe scoppiata la rissa col coltello.

Certo, tutti pregheranno oggi: i cristiani di non trovarsi qualche terrorista vicino. (Non esisterà, tra l’altro, alcun sistema di controllo e sicurezza, se non quelli di default nelle Chiese più grandi) Certo, tutti oggi ringrazieranno Dio: i cristiani di poter essere usciti vivi e incolumi dalla propria chiesa. Nessun vescovo farà sentire la sua voce dicendo che la cosa andava almeno concordata insieme.

Insomma, l’Islam è prepotente e invasore anche quando vuole farsi apprezzare come misericordioso e gentile. Se ci entrano in chiesa quando vogliono fare la pace, pensa che cosa possono fare quando sono leggermente alterati. Eh, lo sappiamo cosa, tra l’altro. Un prete cattolico“.

 

 

LASCIA UN COMMENTO